Dolori ovulazione: i rimedi per alleviarli

da , il

    Dolori ovulazione: i rimedi per alleviarli

    Esistono dei rimedi per alleviare i dolori connessi all’ovulazione? Cosa prendere in questi casi? E ancora, quanto durano questi dolori, sono frequenti nelle donne oppure no? Partiamo col dire che cos’è l’ovulazione e quando si verifica il periodo dell’ovulazione. L’ovulazione, come molte donne già sanno, consiste nel rilascio di una cellula uovo da parte dell’ovaio. Questo evento si manifesta intorno al 14° giorno del ciclo mestruale, anche se si possono avere delle variazioni da donna a donna e di ciclo mestruale in ciclo. La donna che vuole restare incinta e avere una gravidanza dovrebbe quindi cercare di avere rapporti sessuali proprio in questi giorni, che sono quelli più adatti al concepimento. In tal senso può essere utile ricercare alcuni sintomi del periodo dell’ovulazione o, in caso di dolori, capire se questi dipendono proprio da questo evento.

    Periodo dell’ovulazione: i sintomi da cui riconoscerlo

    I sintomi più comuni che possono caratterizzare il periodo dell’ovulazione sono: il dolore alla zona pelvica, i crampi addominali, un possibile lieve sanguinamento vaginale (in piccole perdite), l’aumento del volume del seno o della sua consistenza, l’aumento del desiderio sessuale, la variazione della temperatura basale del corpo e un’alterazione del muco cervicale (in particolare, se non siete in ovulazione, il muco appare appiccicoso o cremoso o può essere addirittura completamente assente. Con l’avvicinarsi dell’ovulazione, invece, il vostro muco cervicale cambia nella quantità e nella consistenza, diventando più abbondante, assumendo una consistenza cremosa o a bianco d’uovo ed è in grado di elasticizzarsi per tre o quattro centimetri tra le dita). Non sempre, infine, si assiste ad un cambiamento del ciclo e a dolori durante l’ovulazione dopo un raschiamento. Tutti i sintomi indicati, compreso il dolore addominale durante l’ovulazione, possono anche non riscontrarsi e quindi questa può aversi senza muco alterato e senza alcun altra manifestazione fisica. Come anticipato, però, individuare i sintomi dell’ovulazione può essere utile anche per capire quando avere rapporti sessuali per restare incinta o quando invece evitarli.

    Dolori ovulazione: cause e rimedi

    Ma quali sono le cause e i rimedi dei dolori dell’ovulazione? Generalmente l’ovulazione è asintomatica, ma quando i dolori si manifestano con frequenza e forza, sarebbe bene consultare il ginecologo. Molto spesso un’ovulazione dolorosa è connessa anche ad un ciclo irregolare e non significa necessariamente che si abbia una patologia in atto. Tra le cause dell’ovulazione dolorosa: il rigonfiamento dei follicoli nelle ovaie prima dell’ovulazione, la mancanza di apertura nell’ovaia, le irritazioni addominali causate dal rilascio di sangue e altri fluidi durante la rottura del follicolo e le contrazioni muscolari o dei legamenti nelle ovaie dovute ad aumento del livello di prostaglandine F2-alpha. Infine, per quanto riguarda i rimedi per l’ovulazione dolorosa, questi sono consigliati generalmente dal ginecologo. Al di là delle soluzioni farmacologiche, si può optare anche per i rimedi omeopatici, sempre su consiglio del medico. In ultima ipotesi, quando i dolori sono forti e il ciclo irregolare, si può adottare anche la pillola anticoncezionale, che regolarizza anche il ciclo mestruale.