Donne a rischio gotta per colpa delle bibite con fruttosio

da , il

    Donne a rischio gotta per colpa delle bibite con fruttosio

    I ricercatori statunitensi puntano il dito contro le bevande con una gran quantità di fruttosio: le bibite zuccherate e il succo d’arancia potrebbero aumentare il rischio di gotta nelle donne. La gotta è una tra le forme più dolorose di artrite infiammatoria a danno di varie articolazioni, tra cui alluce ma anche caviglia, polso, mano ecc…Già i primi sintomi di questa malattia sono caratterizzati da sofferenze continue, più o meno lievi. Dolori conosciuti da un gran numero di persone, visto che milioni di persone adulte soffrono di vari tipi di artrite. Anche negli Stati Uniti la situazione si fa ogni anno più critica. Di questo si è parlato, pochi giorni fa, al meeting annuale dell’American College of Rheumatology.

    Durante il convegno, il team medico della Boston University School of Medicine ha presentato i risultati del nuovo studio. La ricerca mette in correlazione l’aumento dei casi della malattia con la diffusione di soft drink. Seppure, come dichiarano i ricercatori, i dati sono ancora da verificare c’è una possibilità da non sottovalutare perché: ‘Le bevande ricche di fruttosio possono aumentare i livelli sierici di acido urico e, quindi, il rischio di sviluppare la gotta.’

    Il legame nocivo tra le bibite piene di zucchero e la comune forma d’artrite è stato a lungo analizzato: la ricerca, infatti, è proseguita per 22 anni e ha coinvolto 78.906 donne. All’inizio della studio, era il 1984, nessuna di queste donne soffriva di alcun sintomo. Nel corso del follow-up sono stati diagnosticati 778 casi di gotta: la quantità di fruttosio consumata dalla pazienti esaminate è risultata determinante. Addirittura, bere una porzione al giorno significa aumentare il rischio di danneggiare le articolazioni del 74%. A fare male, anche il succo d’arancia, mentre l’assunzione di soft drink dietetici non reca danni.