Drunken: scoiattolo ubriaco nello spot della Russia contro l’alcolismo

da , il

    Drunken: scoiattolo ubriaco nello spot della Russia contro l’alcolismo

    Si chiama Drunken il dolce scoiattolo che, in preda ai deliri alcolici, ammonisce il popolo russo a non abusare della tentazione offerta dalla bottiglia. Lo spot d’animazione dello scoiattolo ubriaco è stato ideato in Russia dal Ministero della Sanità, che attualmente è impegnato in una campagna per mettere in guardia la popolazione dall’abuso di alcolici, evidenziando i rischi per la salute connessi a una problematica che talvolta appare tragicamente in aumento. Ma è il popolo della rete a promuovere lo scoiattolo ubriaco Drunken: lo spot d’animazione grazie a una bufera di click scatenatasi su YouTube ha infatti totalizzato qualcosa come 2 milioni di visite.

    Drunken è un simpatico roditore russo in preda ad una fase acuta di delirium tremens: lo scoiattolo, decisamente problematico ma molto divertente, ammonisce il popolo russo a dire addio alle tentazioni della bottiglia.

    YouTube ha eletto Drunken star del momento: lo spot ha raggiunto e superato i 2 milioni di click, scatenando l’entusiasmo degli internauti.

    Mentre un fenomeno come l’alcol si registra in aumento tra i giovani anche in Italia, in Russia il Ministero della Sanità sta attuando un’energica campagna contro i rischi connessi all’abuso di tale sostanza.

    Drunken, simbolo di una pubblicità progresso dagli effetti deleteri, ha generato un successo inedito in rete, tanto da attirare l’attenzione di media e giornali d’informazione quali il Telegraph.

    Sapete perché Drunken è proprio uno scoiattolo? In gergo russo, il delirium tremens è conosciuto come belochka, altrimenti detto: piccolo scoiattolo.

    La campagna pubblicitaria segue la decisione di introdurre un prezzo minimo per una bottiglia da mezzo litro di vodka: 89 rubli, pari a 1,78 sterline, per ridurre a zero la quantità di alcol consentita nel sangue degli automobilisti.

    Si stima infatti che i russi bevano oltre 32 litri di alcol puro pro capite l’anno, più del doppio della quantità massima raccomandata dell’Organizzazione mondiale della sanità.

    Al momento il presidente Medvedev e Vladimir Putin hanno iniziato a fare la loro comparsa nelle fotografie ufficiali sorseggiando té: lo scoiattolo ubiraco Drunken darà il via a un nuovo trend?