Echinacea: tutte le proprietà benefiche e curative

da , il

    Echinacea: tutte le proprietà benefiche e curative

    L’ echinacea è una pianta medicinale utilizzata per la prevenzione e la cura di innumerevoli infiammazioni e malattie infettive, ritenuta uno dei migliori antibiotici naturali al mondo. La pianta è diffusa in tutto il Nord-America e presenta numerose specie, le più usate e studiate dal punto di vista salutistico sono l’echinacea purpurea, che contiene la maggior percentuale di ac. cicorico responsabile dell’azione immunostimolante, l’echinacea angustifolia e l’echinacea pallida. Le loro proprietà benefiche e curative erano ben note agli indiani d’America, presso i quali questa pianta era considerata addirittura sacra.

    Proprietà benefiche

    Tra le principali proprietà benefiche dell’echinacea, una delle erbe mediche più famose al mondo, si annovera la funzione stimolante sul sistema immunitario, molto importante per prevenire i tipici malanni di stagione, quali influenza e raffreddore. Rilevanti anche le sue proprietà cosmetiche, l’estratto di echinacea è indicato nella formulazione di cosmetici anti-age ed è utile per prevenire e trattare cellulite e smagliature. E’ inoltre un ottimo rimedio per pelli sensibili in caso di arrossamenti, viene infatti utilizzata nella preparazione di prodotti doposole, post-depilazione e dopobarba.

    Proprietà curative

    Le proprietà curative dell’echinacea sono attestate scientificamente, tanto da venir raccomandata come rimedio naturale antibatterico e immunostimolante, in grado di stimolare il sistema immunitario in caso di congestioni nasali e processi infiammatori in genere. L’echinacea è infatti utilissima in caso di raffreddori, faringiti, tracheiti, bronchiti e infiammazioni varie alle vie respiratorie, essa ne riduce i sintomi e favorisce la guarigione. L’echinacea, pianta dalle tante proprietà benefiche, è raccomandata persino ai malati di cancro, le cui difese immunitarie sono molto ridotte.

    Echinacea: in che forma sceglierla

    Per contrastare i virus e i ceppi batterici dell’influenza si può ricorrere alla tintura madre di echinacea, nota per le sue proprietà batteriostatiche e per la sua azione stimolante sul sistema immunitario. La tintura madre va assunta in gocce diluite in acqua (da 20 a 40 gocce) al massimo 3 volte nel corso della giornata. In alternativa è possibile acquistare l’echinacea in compresse oppure sotto forma di tisana, da bere 2-3 volte al giorno. Le proprietà della tisana di echinacea sono particolarmente benefiche, è infatti usata per prevenire e curare malattie da raffreddamento, cistite cronica, linfonodi ingrossati e persino disturbi cutanei. Ideale inoltre per prevenire e curare raffreddori e malanni di stagione nei bambini.

    Controindicazioni

    Oltre alle innumerevoli proprietà l’uso dell’echinacea ha diverse controindicazioni: gli esperti la sconsigliano in gravidanza, in quanto contiene polisaccaridi la cui struttura non è stata ancora chiarita, e in persone che soffrono di disturbi autoimmunitari, come AIDS, sclerosi multipla, tubercolosi, collagenosi e leucemia, in considerazione dell’attività di stimolazione del sistema immunitario. Da evitare anche in caso di allergia alle Asteracee, la famiglia botanica dell’echinacea.