Eritema solare, sintomi, cause e rimedi

Quali sono i sintomi, le cause e i rimedi per l’eritema solare? E, come fare prevenzione? L’eritema è un’irritazione della pelle che presenta sintomi come prurito, pizzicore, bruciore, rossore e piccole bolle, ed è causata da un’eccessiva e prolungata esposizione al sole. Ma, come fare per prevenire l’eritema? E, quali sono i rimedi e la terapia per curarlo?

da , il

    Quali sono i sintomi, le cause e i rimedi per l’eritema solare? E, come fare prevenzione? Con l’avvento della bella stagione e delle prime giornate di caldo viene subito voglia di correre al mare a prendere il sole, per cancellare il pallore dell’inverno ed entrare ufficialmente nell’atmosfera estiva. Anche a primavera, però, non bisogna sottovalutare la potenza dei raggi solari che, se senza le adeguate precauzioni, può diventare causa di problemi e fastidi per la salute. Perchè l’eritema solare è sempre in agguato, anche quando siamo già abbronzati. L’eritema è un’irritazione della pelle che presenta sintomi come prurito, pizzicore, bruciore, rossore e piccole bolle, ed è causata da un’eccessiva e prolungata esposizione al sole. Una giusta prevenzione permette di evitare il problema, ma come fare per prevenire l’eritema? E quali sono i rimedi e la terapia per curarlo?

    Eritema solare, i sintomi più comuni

    L’eritema solare (come si vede nelle immagini) si manifesta con diversi sintomi, sia che si tratti di eritema solare sul viso, sia che si tratti di eritema solare sul corpo. In ogni caso, si tratta di una vera e propria ustione, provocata da un’esposizione al sole eccessiva. Le maggiori responsabili di tali danni sono le radiazioni ultraviolette (UV), che svolgono un’azione aggressiva e infiammatoria. In questi casi, quindi, si manifestano diversi sintomi, più o meno importanti. Tra questi:

    • arrossamento del volto o di zone del corpo;
    • presenza di bolle;
    • pelle escoriata o secca;
    • presenza di puntini rossi sulla pelle;
    • prurito intenso;
    • presenza di vescicole sulla pelle;
    • sensazione di bruciore e calore sulla pelle;
    • edema;
    • malessere e sensazione di calore generalizzata;
    • brividi;
    • febbre.

    Questi sintomi, o alcuni di essi, compaiono generalmente dopo 1-24 ore dall’esposizione al sole eccessiva. Solitamente raggiungono la massima intensità entro 72 ore. Qualora dovessero essere particolarmente intensi, si consiglia di recarsi subito al pronto soccorso oppure dal proprio medico.

    Eritema solare, la prevenzione

    L’eritema solare si può prevenire, oltre che con un’adeguata protezione solare, adatta al proprio fototipo di pelle, anche attraverso una corretta alimentazione che prediliga cibi che aiutano a potenziare e proteggere la pelle naturalmente. E’ consigliabile introdurre da subito (almeno un mese prima delle esposizioni) nella dieta, cibi ricchi di carotenoidi e cioè quegli alimenti che contengono carotene che solitamente possiamo riconoscere perchè di colore giallo-arancio (come le carote, le albicocche e il melone). Bere un centrifugato di carote e limone tutte le mattine, è un valido aiuto per ottenere un’abbronzatura sana e per una pelle più forte. Vanno benissimo anche gli alimenti ricchi di licopene, come i pomodori e la salsa di pomodoro, ma anche il resveratrolo (contenuto nel vino rosso) e le vitamine C ed E. Via libera anche al pesce azzurro, ricco di Omega 3. Inoltre, per prevenire l’eritema, l’esposizione solare va fatta gradualmente e nelle ore mattutine e serali va applicata una crema dalla protezione solare media, mentre nelle ore più calde (11.00-16.30), bisogna usare protezioni alte come la 50+. Va detto anche che l’eritema compare quando la pelle si surriscalda molto, attenzione quindi alle giornate ventose in cui non si avverte il caldo, ma bisogna bagnarsi comunque spesso per abbassare la temperatura della pelle.

    Eritema solare, la cura

    Una volta che l’eritema solare ha fatto la sua comparsa sulla pelle, non bisogna insistere con l’esposizione solare, ma bisogna immediatamente coprire la parte lesa, possibilmente con un panno o una maglietta bagnata di acqua fresca (non di mare) per avvertire un immediato sollievo. Naturalmente, a seconda dell’entità dell’eritema, si deciderà quale terapia seguire: i farmaci sono quelli che danno una via di guarigione rapida ed efficiente, come quelli a base di cortisone che contrastano l’irritazione. Sono disponibili creme da applicare localmente, o compresse, da usare sotto prescrizione e controllo medico. In ogni caso, chiedete sempre al medico, soprattutto quando la pelle interessata dall’eritema solare è quella di bambini ed anziani.

    Eritema solare, i rimedi piu’ efficaci

    I rimedi naturali per lenire i fastidi provocati dall’eritema solare, sia nei bambini che negli adulti, sono l’aloe vera e l’amido. L’aloe vera è una pianta dalle straordinarie proprietà benefiche. Da questa pianta viene estratto un gel lenitivo da applicare anche direttamente sulla pelle irritata arrossata. Nessuna controindicazione anche qualora la pelle scottata sia quella di bambini ed anziani. Un altro valido rimedio naturale per trattare l’eritema solare è l’amido, che è un antinfiammatorio naturale. Via libera, quindi, alle fette di patate poggiate direttamente sulla parte interessata dall’eritema, ma anche ad un bagno con amido puro sciolto nell’acqua che si può acquistare in farmacia. Questi rimedi, chiaramente, non sostituiscono i farmaci, specie quando la dermatite solare è particolarmente estesa e grave. In questi casi, e se si tratta di neonati, rivolgetevi solo ed esclusivamente al medico, per una diagnosi ed una cura efficace.