Esercizi da fare al mare per dimagrire

da , il

    Esercizi da fare al mare per dimagrire

    Il sole dell’estate è alto, la stagione estiva è nel suo culmine e molte persone sono in vacanza o devono ancora partire. Anche se si è in vacanza e non si può andare in palestra, è possibile fare comunque degli esercizi anche al mare per dimagrire e restare in forma. La sabbia e l’acqua del mare sono infatti ottimi alleati per allenarsi e mantenere la salute e il benessere dell’organismo, senza contare che il fitness fatto sulla spiaggia è sicuramente più divertente, liberatorio e facile da fare: mentre siamo al mare è sufficiente compiere delle piccole e semplici azioni quotidiane per perdere i chili in eccesso e migliorare la tonicità muscolare. Ma vediamo nel dettaglio quali sono gli esercizi da fare al mare per dimagrire

    Allenarsi al mare con esercizi da fare sulla spiaggia sfruttando il potenziale della sabbia e dell’acqua di mare è un’ottima idea per dimagrire o comunque per mantenere una linea invidiabile anche durante le vacanze. Abbinare questi esercizi a un’alimentazione corretta ed equilibrata, povera di grassi, contribuirà a dare migliori risultati. Scopriamo di seguito gli esercizi da fare al mare per dimagrire:

    Camminare in spiaggia sulla sabbia

    Camminare sulla spiaggia in riva al mare aiuta a migliorare il tono muscolare e anche la respirazione ne trova beneficio. Camminare sulla sabbia a piedi scalzi favorisce il miglioramento della circolazione sanguigna contribuendo a eliminare il ristagno di liquidi, le articolazioni si rinforzano, così come i muscoli di polpacci cosce e glutei perchè camminare sulla sabbia crea uno sforzo maggiore che fa fare più fatica. Anche i piedi ne traggono giovamento che vengono sollecitati sulle piante con un micromassaggio molto salutare. Inoltre camminare a passo spedito permette di praticare un lavoro di tipo aerobico bruciando calorie e favorendo il miglioramento della respirazione. Cominciare i primi giorni in maniera graduale per poi aumentare il tempo e la velocità di esecuzione.

    Camminare in acqua

    Camminare in acqua permette di tonificare e potenziare i muscoli delle gambe e a seconda dell’altezza dell’acqua in cui ci si immerge è possibile intensificare o diminuire lo sforzo e quindi il dispendio di calorie. Inoltre camminare in acqua non ha particolari controindicazioni in quanto con l’aiuto dell’acqua le articolazioni vengono sollecitate molto meno. Il massaggio delle onde e le sostanze come lo iodio, contenute nell’acqua di mare hanno effetti benefici e positivi anche nel trattamento della cellulite, perchè aiutano ad eliminare i liquidi in eccesso. L’esercizio migliore che si può fare è quello di cominciare a camminare con l’acqua appena sopra il polpaccio e via via si aumentano la velocità e l’altezza di immersione. Si possono fare ripetizioni alternate di 30 secondi di camminata lenta seguite da 30 secondi di camminata veloce. E poi con l’acqua all’altezza delle cosce si possono fare ripetizioni sempre da 30 secondi, di corsa sul posto, cercando di portare le ginocchia all’altezza della vita. Intervallare con un minuto di riposo.

    Nuotare al mare

    Ovviamente il nuoto è consigliato purchè fatto anche questo in maniera graduale. E’ importante infatti non strafare per non incorrere in crampi e disagi. Nuotare con un ritmo lento ma regolare cercando di non fermarsi arrivando magari a nuotare per circa 20 minuti, è molto utile per bruciare calorie e migliorare il fiato. E’ sempre opportuno cominciare con calma senza allontanarsi troppo dalla riva, magari con nuotate da 5 minuti e fermarsi se si avverte freddo o troppa stanchezza.