Esercizi in acqua per rassodare gambe e glutei

da , il

    Esercizi in acqua per rassodare gambe e glutei

    Alcuni efficaci esercizi da svolgere in acqua per rassodare gambe e glutei. La ginnastica in acqua, se eseguita correttamente, presenta moltissimi benefici per mente e corpo. Per questo motivo, negli ultimi anni si sono sviluppate tante varianti: l’acquastretching, l’acquafitness, l’acquaerobica, l’acquastep. Ognuna di esse, sfrutta le proprietà fisiche dell’acqua (in particolare la spinta idrostatica e la resistenza dell’acqua) per rendere più agevoli i movimenti ed aumentare l’efficacia delle esercizi. Senza considerare che, l’escursione termica tra la temperatura del corpo e quella dell’acqua favorisce il dimagrimento! Ricordatevi però di non esagerare. Allenate il corpo poco alla volta, non esagerando con la durata e l’intensità dell’esercizio. Ecco, quindi, degli efficaci esercizi da svolgere in acqua per rassodare e tonificare cosce e glutei.

    Esercizio n°1

    Mettetevi in punta di piedi, con l’acqua fino alle spalle, le mani in vita, la schiena ben dritta e le gambe leggermente divaricate. Partendo da questa posizione, incrociate le gambe velocemente e saltellate alternativamente sulle punte dei piedi. Durante l’esercizio ricordate di tenere i piedi paralleli, di stringere i glutei e di tirare in dentro lo stomaco. Ripetete questo esercizio, che permette di lavorare polpacci, gambe e glutei, per 30-35 volte. Per recuperare prima di svolgere l’esercizio successivo, piegate la gamba destra rimanendo in piedi sul piede sinistro prendendo la punta del piede con una mano. Ruotare poi 5 volte sul bacino e ripetete lo stesso esercizio con l’altra gamba.

    Esercizio n°2

    In piedi, con l’ acqua che arriva al petto, iniziate a camminare a passo allungato e contemporaneamente muovete le braccia in avanti e indietro. Ripeti la sequenza per 2 minuti.

    Esercizio n°3

    Sempre in piedi, con le gambe divaricate alla larghezza delle spalle, portate il tallone destro sul gluteo e appoggiate la mano sui fianchi. Eseguite 3 serie da 10 movimenti alternando mano e gamba.

    Esercizio n°4

    In piedi a gambe unite e con l’acqua fino al mento, portate le gambe piegate verso il mento e cercate di toccare le piante dei piedi con le mani. Tornate nella posizione iniziale e ripetere il movimento da 20 a 50 volte.

    Esercizio n°5

    In piedi, con i piedi uniti e le mani sui fianchi, saltellate sulle punte lateralmente. Ripetete il movimento un minuto verso destra e un minuto verso sinistra, alternando i saltelli.

    Esercizio n°6

    In piedi a piedi uniti, distendete in avanti la gamba destra e poi portatela velocemente all’indietro. Eseguite lo stesso movimento anche con la gamba sinistra effettuando 3 serie da 10 oscillazioni alternate.

    Esercizio n°7

    In piedi con il busto leggermente in avanti e i piedi uniti, portate indietro la gamba destra distesa con il piede a martello. Ripetete lo stesso movimento anche con la gamba sinistra eseguendo 3 serie da 10.