Essere felici: sette modi per trovare il sorriso

da , il

    Il denaro non fa la felicità. Mal comune mezzo gaudio. Chi trova un amico trova un tesoro. La proverbiale saggezza popolare ha già da tempo suggerito le vie della felicità ma ora, dalle colonne dell’autorevole Financial Times, arrivano anche i numeri e le spiegazioni scientifiche. Se da un lato la ricerca del quotidiano inglese conferma e sostiene alcune intuizioni comuni dall’altro riserva sorprese inaspettate. La morte di una persona amata o un qualsiasi altro evento drammatico può essere, ad esempio, un forte incentivo per cambiare in meglio.

    Scelgo la parola ‘incentivo’ perché il metodo di lavoro dei due autori della ricerca è stato proprio quello di considerare tutto ciò che ci accade nella vita in termini di costi e benefici per la nostra psiche. Così Nick Powdthavee, psicologo all’Università di York già conosciuto per la sua tesi di happiness equativo, e il giornalista Carl Wilkinson, dopo aver calcolato durata e qualità delle emozioni, sono riusciti a dare un valore economico/emotivo ai principali eventi.

    Tra le monete della felicità, ad esempio, troviamo il matrimonio, che vale 200mila sterline; chiacchierare con i vicini di casa, 129 mila; la pensione, 114 mila; al di sopra, c’è la salute di ferro che arriva a valere più di un milione di sterline. Il prezzo più alto, invece, si paga con la morte del partner, 312mila; il divorzio, 296mila; la scomparsa di un figlio, 126mila o di un amico, 8mila sterline.

    I segreti della felicità, venuti fuori così dallo studio di Powdthavee e Wilkinson, ve li sveliamo nella divertente galleria ispirata al cinema. O meglio alle immagini di quei film che mi hanno emozionato, regalandomi veri momenti di felicità.