Fare shopping, perché migliora l’umore delle donne?

da , il

    Fare shopping, perché migliora l’umore delle donne?

    Fare shopping è una delle gioie femminili e uno dei più grandi misteri per l’uomo: loro non potranno mai capire perché state ore a parlare di borse, anche se loro possono discutere per una serata intera su un fuorigioco! Ma cosa passa nella testa di una donna davanti alla vetrina di un negozio? Fare shopping fa bene, ovviamente quando non diventa una dipendenza o un comportamento compulsivo: alcune ricerche hanno sottolineato i benefici per la salute degli acquisti che, a quanto pare allungherebbero la vita, per non parlare delle calorie bruciate camminando tra un negozio e l’altro e quasi correndo durante i saldi! Ma oggi ci concentriamo sull’aspetto più prettamente psicologico dello shopping: come possono una borsa o un paio di scarpe nuove rendere felice in quel momento o tirare su una donna?

    Alzi la mano che di voi non ha mai sfogato tra le vetrine lo stress per una giornata di lavoro storta o il nervoso per una litigata con un ragazzo? Tornare a casa con buste e pacchetti, a parte la spesa economica, ci fa sentire meglio e più libere. Per le donne lo shopping non è solo il mero atto di comprare: regalarsi una cosa nuova, soprattutto nei momenti in cui non ci si sente al massimo della soddisfazione, è un modo per ‘coccolarsi’, per trattarsi bene. Da qui nasce la forza consolatoria dello shopping: non è solo un oggetto nuovo, è come regalarsi un viaggio o un massaggio. Forse è una cosa che gli uomini non capiranno mai ma direi che è un piccolo vizio che possono concederci: è triste in una coppia vedere la donna costretta a nascondere i propri acquisti per non ascoltare le solite lamentele del partner.