Farmaci diabete: secondo una ricerca l’Avandia potrebbe causare danni al cuore

da , il

    Farmaci diabete: secondo una ricerca l’Avandia potrebbe causare danni al cuore

    Una nuova analisi conferma che coloro che prendono l’Avandia come farmaco per il diabete sono più propensi a sviluppare condizioni cardiache rispetto a pazienti a cui sono somministrate altre medicine. L’Avandia aiuta a controllare i livelli di zucchero nel sangue e viene prescritta ai pazienti con diabete di tipo 2. Gli studi negli anni recenti si sono concentrati sulla possibilità che essa possa aumentare il rischio di malattie cardiache e di conseguenza la morte. In risposta alla crescente preoccupazione riguardo agli efetti cardiovascolari del farmaco, negli Stati Uniti la somministrazione di Avandia è stata limitata esclusivamente a pazienti che non sono in grado di controllare la malattie con altre medicine.

    Questa nuova analisi si è basata sull’osservazione di 16 ricerche che hanno coinvolto 810.000 utilizzatori di Avandia o Actos, un farmaco per il diabete simile. I risultati sono comparsi online il 17 marzo sul British Medical Journal.

    I ricercatori hanno trovato ‘un modesto ma statisticamente significativo aumento’ dei casi di problemi cardiaci nei pazienti cui veniva somministrata l’Avandia. I numeri parlano del 16% di attacchi di cuore in più, con una mortalità aumentata del 14%.

    Per quanto riguarda Actos, i ricercatori temono che possa causare un aumento del rischio di fratture nelle donne, oltre al cancro alla vescica.

    La dottoressa Debra Wertz, manager della ricerca per HealthCore Inc., è invece stata coautrice di uno studio del 2010 in cui non comparivano particolari differenze, a livello di salute cardiaca e di mortalità, nell’assunzione dei due medicinali sopra menzionati.