Farmaci per l’impotenza: a rischio i giovani che li assumono senza motivo

da , il

    Farmaci per l’impotenza: a rischio i giovani che li assumono senza motivo

    Le prestazioni sessuali rappresentano sempre un’incognita per lui e per lei e l’ansia da prestazione è un atteggiamento tipico di molti uomini spaventati dal confronto con un numero sempre maggiori di partners sessuali delle donne. Sarà questo il motivo per cui sempre più giovani, anche se non affetti da alcuna disfunzione erettile, scelgo di ricorrere ai farmaci dell’amore. Il motivo può essere anche un altro e cioè quello di voler strafare e garantire una prestazione ‘sopra le righe’ alla propria partner. Insomma, l’uso ricreazionele’ (così viene definito questo tipo di utilizzo dei farmaci specifici per contrastare l’impotenza) potrebbe essere un fenomeno in crescita anche nei prossimi anni e anche tra i giovanissimi.

    Tuttavia, è opportuno sottolineare che questo tipo di scelta comporta notevoli rischi. Come spiega Mirco Castiglioni, specialista in andrologia presso l’Ospedale San Paolo di Milano, i rischi sonno tutt’altro che innocui. ‘Per cominciare, come ogni farmaco, anche questi si accompagnano a possibili effetti indesiderati. Poi l’effetto più comune è lo sviluppo di una dipendenza psicologica — come afferma lo stesso andrologo — perché dopo aver stupito la partner ‘con effetti speciali’ è difficile adattarsi alla normalità. Ma un rischio ancora più grave si corre quando si associano questi medicinali ai ‘popper’, cioè a stupefacenti da inalare a base di nitrati: insieme possono portare a un collasso cardiocircolatorio a causa di una vasodilatazione importantissima e non controllabile’.

    Un altro rischio riguarda le modalità di acquisto di questi farmaci che richiedono la prescrizione medica. In molti casi, infatti, proprio per aggirare questa difficoltà, gli acquirenti possono ricorrere alle farmacie on line, che non sempre garantiscono giusti standard qualitativi, proponendo in molti casi farmaci contraffatti. Insomma, i rischi di queste assunzioni sono molteplici e vanno evitati; l’uso dei farmaci non può e non deve essere che curativo!