Fertilità femminile: scoperto l’enzima che la regola

da , il

    Fertilità femminile: scoperto l’enzima che la regola

    Nuove scoperte sulla fertilità femminile, pare infatti che sia stato individuato l’enzima responsabile del rischio di aborto spontaneo e che regolerebbe l’infertilità delle donne. L’enzima, sorta di interruttore che sarebbe in grado di determinare la possibilità di poter restare incinte e di portare a termine una gravidanza si chiama SGK1 e a scoprirlo sono satati i ricercatori inglesi dell’Imperial College di Londra.

    Dopo aver parlato di infertilità e sindrome dell’ovaio policistico, e del fatto che lavorare con i pesticidi e i plastificanti potrebbe aumentare il rischio di infertilità, oggi parliamo di questo nuovo enzima scoperto che se presente nella mucosa uterina, può determinare quella che gli specialisti chiamano infertilità inspiegata e anche la condizione di aborto spontaneo ricorrente. L’esperimento è stato fatto su 106 pazienti dell’ Imperial College Healthcare NHS Trust da cui è venuto fuori che nelle donne con infertilità inspiegata l’enzima risultava presente a livelli alti, mentre nelle donne con ricorrenti aborti spontanei, l’enzima SGK1 risultava a livelli molto bassi.

    Quindi sono stati fatti esperimenti sui topi che hanno confermato il fatto che la presenza dell’enzima rivela una difficoltà a rimanere incinta: gli esemplari femmina di topo a cui è stato bloccato l’enzima infatti non avevano nessuna difficoltà a iniziare una gravidanza, però i cuccioli partoriti risultavano più piccoli del normale. In pratica dagli esperimenti effettuati si sono comprese le possibili applicazioni: bloccando temporaneamente l’enzima prima di iniziare la fecondazione in vitro si potrebbe permettere alla donna con difficoltà di restare incinta e viceversa aumentando l’enzima si potrebbe avere un effetto anticoncezionale.