Fibroadenoma al seno: cos’è, sintomi e cure

Fibroadenoma al seno: cos’è, sintomi e cure
da in Malattie, Salute
    Fibroadenoma al seno: cos’è, sintomi e cure

    Cos’è il fibroadeoma al seno? Quali i sintomi e le cure in questi casi? Il fibroadenoma (spesso associato alla mastopatia fibrocistica) è un nodulo benigno che compare sovente in età fertile e soprattutto in età giovanile. Quando, durante l’autopalapazione o l’autoesame del seno, si avverte la presenza di una massa, spesso si pensa subito al peggio e, invece, talvolta, è bene non farsi prendere da inutili allarmismi in quanto può trattarsi di sintomi legati a disturbi non seri e facilmente curabili.

    Cos’è il fibroadenoma

    Cos’è il fibroadenoma? Il fibroadenoma (da non confondere con il tumore filloide) si manifesta come un nodulo solido alla palpazione, tondeggiante, o come un gruppetto di noduli fusi tra di loro, con contorni netti. Generalmente il fibroadenoma non è doloroso o è leggermente dolente (soprattutto prima e durante il periodo mestruale). Come anticipato, poi, i fibroadenomi si formano per lo più in età fertile; questi noduli non si formano in menopausa perché la parte della ghiandola mammaria da cui si originano in menopausa regredisce, fino a scomparire totalmente. Qualora quindi i noduli al seno vengano scoperti a questa età si tratta sicuramente di noduli sviluppati in età fertile.

    Fibroadenoma, la diagnosi

    La diagnosi di fibroadenoma è relativamente semplice se il nodulo è superficiale. Molto spesso, infatti, attraverso l’autopalpazione, è possibile individuare da sé questi noduli.

    Gli strumenti che invece il medico prescrive per la diagnosi certa sono di solito due. Alle donne di età inferiore ai 30 anni viene spesso prescritta l’ecografia mammaria, mentre alle pazienti con più di 30 anni si richiede l’esecuzione di una mammografia (spesso anche in associazione con un’ecografia).

    Fibroadenoma: le cure possibili

    Una volta confermata la presenza del fibroadenoma mammario spesso il medico non prescrive alcun trattamento particolare, ma raccomanda solamente di eseguire controlli periodici e a intervalli regolari. Qualora il fibroadenoma fosse doloroso, però, il medico può prescrivere un trattamento adeguato. Solo quando i noduli presentano dimensioni notevoli (di diametro maggiore di 3 cm) o un accrescimento particolarmente rapido, il medico può invece ritenere opportuno effettuare un’agoaspirazione (un prelievo del tessuto solido o liquido contenuto nei noduli tramite un ago molto sottile).

    Foto tratta da Pixabay

    453

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN MalattieSalute