Fratture ossee nelle donne: online il test per l’autodiagnosi

da , il

    Fratture ossee nelle donne: online il test per l’autodiagnosi

    Le fratture ossee nelle donne over 50 sono un rischio concreto che va prevenuto con una diagnosi accurata: oggi è possibile farla online grazie ad uno strumento certificato dalla SIR (la Società Italiana di Reumatologia) e dalla Siomms (Società italiana dell’osteoporosi, del metabolismo minerale e delle malattie dello scheletro).

    Si tratta più precisamente di un’autodiagnosi che possono eseguire quelle donne sia già vittime di una frattura ossea, sia ancora illese. Il sito è www.stop-alle-fratture.it.

    Tutto ciò che devono fare è inserire il valore dell’ultima mineralometria ossea computerizzata (moc) e rispondere a domande relative a passate lesioni, consumo di alcol e sigarette, tipo di alimentazione ed altre abitudini personali.

    Grazie a questo test, che misura la fragilità ossea di una donna, è possibile stabilire, grazie ad un particolare algoritmo, la probabilità che si verifichi una frattura da fragilità nei successivi dieci anni.

    Una volta presa coscienza del rischio, diventa quindi più semplice e soprattutto tempestivo il ricorso a terapie preventive contro l’osteoporosi.