Frutta e verdura: i pericoli causati dai pesticidi

da , il

    Frutta e verdura: i pericoli causati dai pesticidi

    Una volta frutta e verdura erano gli alimenti sani, simbolo di una corretta alimentazione. Dal punto di vista biologico lo sono ancora, certo, ma il massiccio uso che si fa dei pesticidi li ha resi nocivi per la salute ed uno studio israeliano è addirittura arrivato a trovare una relazione che lega la presenza dei pesticidi alla manifestazione del morbo di Parkinson.

    Per ora solo una congettura, ma quello di cui si può star sicuri è che i pesticidi sono oltremodo dannosi per l’organismo umano.I frutti, le verdure e gli ortaggi più a rischio sono quelli con buccia tenera e facilmente permeabile, come le pesche, i peperoni, le ciliegie, la lattuga, mentre i più sicuri sono caratterizzati da una buccia dura o impermeabile come i kiwi, il melone verde, la melanzana l’anguria. Praticamente nell’arco della giornata la presenza di pesticidi nei nostri piatti è costante e, nonostante l’intervento della UE, che tramite uno studio dell’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare) ha dichiarato sicuri gli alimenti che circolano in Europa, il livello di guardia deve restare alto. D’altronde è piuttosto recente la vicenda che ha visto portare al sequestro di miele e propoli imbottiti di pesticidi in tutta Italia (parliamo di centinaia di migliaia di pasticche di propoli e diversi quintali di miele). La notizia non ha avuto molto risalto, mentre l’annuncio dell’EFSA è stato sbandierato con orgoglio. Stiamo sempre attente, se possiamo sbucciamo la frutta o comunque laviamola bene, ma soprattutto cerchiamo di tenerci sempre aggiornate sulle notizie che riguardano la sicurezza alimentare.