Garcinia cambogia: benefici e controindicazioni

da , il

    Garcinia cambogia: benefici e controindicazioni

    La garcinia cambogia ha diversi benefici e poche controindicazioni. Non molti conoscono questa droga, ricavata dalle bucce del frutto di Garcinia cambogia, una pianta appartenente alla famiglia delle Clussiaceae. Si tratta di una piccola pianta legnosa, che cresce spontaneamente negli ambienti tropicali, tipici della Cambogia, delle Filippine e dell’India. Questa pianta può essere utilizzata, tra le altre cose, per combattere il colesterolo e abbassare i livelli di trigliceridi nel sangue. Ma, quali sono le altre proprietà della garcinia cambogia?

    Proprietà

    La droga estratta dalla Garcinia cambogia contiene, tra l’altro, un particolare acido, detto “idrossicitrico”. Si tratta di un acido estremamente raro in natura, che ha la capacità di bloccare la sintesi di acetilcoenzima A, un substrato energetico utilizzato dall’organismo per la sintesi del colesterolo ed altri lipidi. Proprio grazie a questa proprietà, la garcinia cambogia può essere utilizzata per controllare il peso corporeo e dimagrire (perché aumenta il senso di sazietà), ma anche per combattere il colesterolo e i trigliceridi. Insomma, le proprietà e i benefici di questa pianta sono diversi, ma quali sono gli effetti collaterali e le controindicazioni?

    Usi e controindicazioni

    La garcinia cambogia può essere assunta, oltre che consumandone il frutto, anche con gli appositi integratori che si trovano in commercio. Gli integratori (venduti soprattutto in forma di capsule e compresse) possono contenere diverse percentuali di acido idrossicitrico (nella maggior parte dei casi intorno al 50%). La dose giornaliera consigliata, invece, varia dai 250 ai1000 mg di acido idrossicitrico. In ogni caso, meglio seguire sempre le istruzioni indicate sull’etichetta. Per quanto riguarda gli effetti collaterali e le controindicazioni, non sono tanti. Quando si presentano sono per lo più mal di testa e sintomi gastroenterici (nausea, diarrea, crampi addominali) di lieve entità. Ancora, l’assunzione di garcinia cambogia è controindicata in gravidanza e per chi soffre di diabete. Inoltre, quando si assumono degli integratori di garcinia cambogia, occorre prestare attenzione ai possibili effetti collaterali degli altri additivi contenuti. Per dimagrire, ad esempio, troviamo in commercio degli integratori a base di garcinia cambogia e caffeina. Per essere sicuri, quindi, occorre valutare anche controindicazioni e gli effetti collaterali di quest’ultima. Infine, sarebbe bene evitare la somministrazione di questi integratori ai bambini.

    Scopri anche le proprietà delle bacche di goji.