Gastroenterite batterica: una causa negli zuccheri

da , il

    Gastroenterite batterica: una causa negli zuccheri

    La gastroenterite batterica è tra le patologie più diffuse fra la popolazione, e viene curata unicamente attraverso l’utilizzo degli antibiotici. I suoi sintomi sono tanto semplici quanto dolosi, come nausea, vomito, dissenteria e febbre alta. Ora, una nuova ricerca del Griffith University Institute for Glycomics punta a verificarne la natura di una possibile causa, ossia una mutazione della forma degli zuccheri all’interno dell’organismo in base alla temperatura corporea.

    Se tale assunto venisse confermato, si potrebbe aprirsi andare incontro ad una cura della patologia non più basata su antibiotici, ma anche verso una efficace prevenzione. I ricercatori hanno preso in esame determinate tipologie di batteri presenti in alcuni animali in grado di infettare l’uomo senza intaccare la specie stessa che li ospita.

    In particolare, hanno studiato i batteri che normalmente vivono nell’intestino dei polli, uno dei quali in particolare è causa tra l’altro di una patologia conosciuta come sindrome di Guillain-Barre, in cui è lo stesso sistema immunitario a distruggere le cellule dell’organismo.

    Cercando di scoprire cosa renda i polli immuni a questa grave patologia, i ricercatori statunitensi hanno sviluppato la sperimentazione analizzando il batterio su una particolare tipologia di zuccheri, chiamati glicani riscontrando che il comportamento di questo batterio cambiava a seconda della temperatura nella quale si trovava, aggregandosi quindi a differenti tipologie di zuccheri. Basandosi su queste osservazioni, gli scienziati puntano ora a mettere a punto una nuova terapia di tipo farmacologico.