Germogli di soia: proprietà e benefici

da , il

    Germogli di soia: proprietà e benefici

    I germogli di soia hanno diverse proprietà e benefici. Noti fin dall’antichità in oriente, questi germogli hanno poche calorie e quindi sono adatti anche a chi vuole perdere peso o mantenere la linea. Sono particolarmente utili per pulire le arterie e ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Ancora, sono efficaci contro i disturbi intestinali, come diarrea e stitichezza. Ma, quali sono le altre proprietà e i benefici di questi germogli?

    Proprietà e benefici

    I germogli di soia (piccole piantine di soia appena nate) hanno diversi benefici per l’organismo. Ricchi di vitamine e sali minerali, sono facilmente digeribili e possono essere consumati crudi o cotti. Questi germogli contengono alte percentuali di acqua, proteine e fibra. Le calorie, invece, sono solo 49 per 100 grammi di prodotto. Grazie a questi nutrienti, i germogli di soia sono utili per combattere e prevenire il colesterolo e l’arteriosclerosi, ma anche l’osteoporosi in menopausa. Proprio durante questa particolare fase della vita le donne possono assumere i germogli anche per far fronte alle vampate di calore; la soia, infatti, è particolarmente utile in tal senso. Per il basso contenuto di calorie apportate, i germogli di soia sono utili pure per perdere peso, anche perché stimolano il metabolismo. Ancora, si possono utilizzare i germogli di soia per contrastare la stitichezza e la diarrea perché l’alto contenuto di fibre favorisce la regolarità intestinale. Infine, pare che mangiare regolarmente germogli di soia aiuti a combattere la perdita dei capelli (perché stimolano l’ormone DHT responsabile della caduta), faccia bene alla salute delle unghie e aiuti a combattere lo stress (perché hanno un effetto antidepressivo).

    Controindicazioni

    I germogli di soia hanno indiscusse proprietà benefiche, ma anche qualche controindicazione. Anzitutto, se ne consiglia un’assunzione moderata perché diversamente potrebbero avere l’effetto di impedire l’assorbimento del ferro e del calcio. Meglio, quindi, non superare la dose giornaliera raccomandata, fissata a 40/60 grammi al giorno. Infine, si raccomanda anche di scottare i germogli di soia prima di consumarli. I germogli crudi, infatti, potrebbero essere infestati da batteri; per questo si consiglia di sbollentarli anche solo per un paio di minuti in acqua bollente.

    Scoprite anche le proprietà del latte di soia!