Gonorrea: sintomi e cura

da , il

    Gonorrea: sintomi e cura

    I sintomi della gonorrea sono diversi, ma con la cura adatta si riesce a risolvere senza difficoltà il problema. La gonorrea (chiamata comunemente anche “scolo”) è una malattia che si trasmette attraverso i rapporti sessuali non protetti (rientra infatti tra le cosiddette malattie veneree). Per questo è più diffusa tra chi ha dei partner occasionali e ha una vita sessuale promiscua. Il sintomo più evidente, in questi casi, sono le perdite dalla vagina o dal pene; da qui il termine comune “scolo”. Ma, quali sono gli altri sintomi nell’uomo e nella donna?

    Sintomi

    I sintomi più comuni della gonorrea sono: minzione dolorosa, perdite di aspetto torbido dalla vagina o dal pene (che possono tendere anche al verde, al giallo o al marrone), dolore al basso ventre (nelle donne) e ai testicoli (negli uomini), dolore durante i rapporti sessuali, sanguinamenti anomali e dolore rettale. Infine, se l’infezione interessa la gola, si può avere anche mal di gola. Nei bambini, invece, il manifestarsi di questa patologia potrebbe essere indizio di un abuso sessuale. Per questo, in simili casi, si consiglia di rivolgersi subito al pediatra.

    Cura

    La gonorrea non deve essere trascurata perchè altrimenti potrebbe avere conseguenze, anche severe. In particolare, nelle donne, l’infezione potrebbe estendersi e provocare un’infiammazione generale delle pelvi (delle tube di Falloppio e dell’utero). Negli uomini, invece, potrebbe causare cicatrici all’interno dell’uretra, che possono rendere difficile la minzione. Infine, in entrambi i sessi, l’infezione potrebbe espandersi ed arrivare, attraverso il sangue, ad altre parti del corpo, come le ossa o il cuore. Particolare cautela deve aversi soprattutto in gravidanza, perchè la gonorrea potrebbe essere trasmessa dalla madre al nascituro. Al manifestarsi dei sintomi della gonorrea, quindi, è necessario rivolgersi subito al medico, per la terapia più adeguata. La cura in questi casi prevede generalmente la somministrazione di antibiotici specifici. E’ necessario, però, che entrambi i partner seguano la cura con scrupolo, per evitare una trasmissione a catena. Per questo, durante la terapia, si consiglia anche di astenersi dai rapporti sessuali, pure quando non ci sono sintomi o manifestazioni particolari. Talvolta, infine, la gonorrea può essere associata ad altre malattie veneree, come la candida o la clamidia; in questi casi si interviene congiuntamente per la cura di tutte le infezioni presenti. A scopo preventivo, invece, si consiglia di evitare i rapporti sessuali non protetti e di usare il preservativo, che diminuisce il rischio di essere contagiati dalla gonorrea.