Grasso in eccesso: vietato mangiare davanti alla tv

da , il

    Grasso in eccesso: vietato mangiare davanti alla tv

    La televisione è nemica della linea: non è un caso che il 43% degli italiani obesi mangia abitualmente mentre guarda il suo programma preferito. E’ quello che emerge dai risultati dell’Osservatorio Adi-Nestlé, un’analisi indirizzata all’approfondimento della forma fisica e delle abitudini alimentari degli italiani. L’esperimento ha portato al monitoraggio di oltre 13.000 persone: la cattiva abitudine di mangiare di fronte alla tv rappresenta la terza causa di sovrappeso e obesità tra gli italiani.

    Ai primi due posti si piazzano lo stile di vita sedentario e un’inadeguata educazione alimentare. E del resto chi guarda molta tv fa una vita sedentaria con possibile aumento anche del rischio di infarto. Se gli obesi mangiano regolarmente di fronte al piccolo schermo, oltre 5 volte alla settimana, tra le persone in sovrappeso ad avere questa abitudine è il 39% mentre tra le persone normopeso la percentuale scende al 33%. Tra le persone in sottopeso solo il 27% ammette di mangiare mentre guarda la tv. Secondo i ricercatori questi dati dimostrano che il disordine alimentare può concretizzarsi anche ‘per difetto’. Ciò non significa che non bisogna più vedere la tv o che guardare un film faccia accumulare grasso: è però consigliabile eliminarla dal menù e non accenderla durante i pasti. Ma qual è il collegamento tra il consumo dei pasti di fronte alla tv e l’aumento di peso? Il punto è che se siamo concentrate sul nostro programma preferito o prese da un film prestiamo poca attenzione a ciò che abbiamo nel piatto e quindi mangiamo quasi per inerzia e i segnali di sazietà sono bloccati. Oltre alle conseguenze per la linea inoltre bisogna tener conto che la tv a tavola in una coppia o in famiglia può a lungo termine diventare una barriera alla comunicazione: mangiare insieme è uno dei momenti per parlare e confrontarsi in casa. Ovviamente lo stesso rischio per la linea c’è se si ha l’abitudine di mangiare davanti al pc in pausa pranzo.