Herpes genitale: sintomi, terapia e contagio

da , il

    Herpes genitale: sintomi, terapia e contagio

    Cos’è l’herpes genitale? E quali sono i sintomi, la terapia e le modalità di contagio? L’herpes genitale è una malattia a trasmissione sessuale causata da virus. L’herpes genitale può colpire sia le donne che gli uomini, anche se si riscontra una maggiore incidenza nelle donne. Diversi sono i sintomi, le terapie e le modalità di contagio dell’herpes genitale.

    Herpes genitale: i sintomi nella donna e nell’uomo

    Alcuni sintomi dell’herpes genitale sono uguali nell’uomo e nella donna. I sintomi più comuni dell’herpes genitale sono prurito e bruciore nella zona genitale. Il prurito e il bruciore però non sono gli unici segnali a cui prestare attenzione: a questi generalmente segue la comparsa di vesciche tondeggianti nella stessa zona genitale, poi rapidamente le vesciche si rompono lasciando il posto a piccole ulcere superficiali dolorose. Successivamente, in caso di herpes genitale, è probabile che compaiano anche croste bruno-giallastre destinate a sparire in pochi giorni. In occasione della prima infezione da herpes genitale altri sintomi sono il gonfiore dei tessuti genitali con perdite uretrali, vaginali o anali associate. E’probabile anche riscontare un gonfiore delle ghiandole della zona inguinale, che diventano anche dolenti. La prima infezione può essere accompagnata anche da altri sintomi: da febbre, mal di testa, dolori articolari e – raramente – da complicanze come impossibilità ad urinare, costipazione, irritazione nervosa ed in casi rarissimi meningite. Gli episodi successivi di infezione da herpes genitale, invece, sono accompagnate da sintomi più blandi, ma sempre mal tollerati a causa dell’irritazione locale. Infine, se l’infezione coinvolge l’ano, si possono avere dolori anali, perdite e sanguinamento modesto.

    Herpes genitale: contagio dell’infezione

    Per quanto riguarda il contagio dell’herpes genitale, l’infezione solitamente si trasmette sia tramite i rapporti sessuali (vaginali, anali e orali) sia attraverso il contatto tra la pelle e gli organi genitali durante i rapporti genitali, orali e anali. Anche gli oggetti usati per il piacere sessuale e scambiati possono essere veicolo di infezione e fonte di contagio per l’herpes genitale. Il virus poi può contagiare anche il neonato durante il parto con conseguenze gravi.

    Herpes genitale: la terapia per curare l’infezione

    Per quanto riguarda la terapia da seguire in caso di herpes genitale va detto che non esiste una cura che debelli definitivamente questo virus. A seconda della situazione riscontrata, il medico solitamente utilizza dei farmaci antivirali e nei casi più gravi anche degli antidolorifici. La terapia per l’herpes genitale può essere accompagnata da rimedi casalinghi: localmente possono essere utili bagni con acqua leggermente salata, oppure acqua contenente un infuso di tè. Anche mettere del ghiaccio avvolto in un panno può dare sollievo, così come le sostanze che “asciugano” le lesioni, come l’amido di mais o l’alcol (che però è molto doloroso).