I rimedi fatti in casa per il raffreddore

da , il

    I rimedi fatti in casa per il raffreddore

    L’autunno è il periodo maggiormente a rischio di raffreddore, che può essere contrastato, con ottimi risultati, anche grazie a specifici rimedi fatti in casa. Il passaggio dall’estate alla stagione autunnale, con il cambio repentino di temperatura che ne consegue, porta spesso con sè fastidiosi raffreddori stagionali, caratterizzati da naso chiuso, starnuti e una sensazione di malessere generale. Trattandosi di un malessere temporaneo, e spesso stagionale, non è sempre necessario curare il raffreddore con le medicine. Optare per i rimedi naturali può essere, in molti casi, la soluzione migliore. Ecco allora alcuni semplici rimedi da adottare in caso di raffreddore, per evitare le medicine.

    I soffumigi agli oli essenziali

    Rappresentano il classico rimedio della nonna per liberare il naso. Utilissimo l’utilizzo di oli essenziali, come quello di eucalipto o tea tree oil o una combinazione dei due. Basterà sciogliere alcune gocce di questi oli in una pentola di acqua bollente e respirare, per circa dieci minuti, i vapori con un telo o un asciugamano sulla testa per non disperdere il vapore acqueo e le sostanze volatili. All’eucalipto e il tea tree oil può essere sostituito qualunque olio balsamico, in alternativa, anche la combinazione di un filtro di camomilla e un cucchiaino di timo. Grazie al vapore acqueo il muco si fluidificherà, liberando le vie respiratorie, mentre le essenze saranno utili soprattutto a lenire l’irritazione delle mucose.

    I soffumigi al sale grosso o al bicarbonato di sodio

    Nel  caso in cui in casa non si avessero degli oli essenziali, è bene sapere che i soffumigi possono essere fatti anche con il sale grosso o il bicarbonato, sempre presenti in cucina. Basterà portare ad ebollizione un litro d’acqua e aggiungere un cucchiaio di sale grosso o di bicarbonato, respirando anche in questo caso per una decina di minuti.

    L’infuso di zenzero e miele

    Un infuso utilissimo per liberare il naso e la gola  è quello di zenzero e miele. Per prepararlo basterà sciogliere in acqua tiepida due cucchiaini di zenzero e un cucchiaio di miele. Si può aggiungere anche qualche goccia di limone. Lo zenzero aiuterà ad alleviare la congestione nasale, mentre il limone ha un’azione antibatterica. Il miele rappresenta, invece, un valido aiuto per decongestionare naso e gola.  

    Le Tisane

    In caso di influenze e raffreddori, soprattutto se associati a stati febbrili, è utile assumere molti liquidi per idratare il corpo. Via libera allora a tisane, the, camomille, ma anche semplice acqua a temperatura ambiente. Sempre meglio preferire the deteinato e senza aggiunta di zucchero.

    Latte e miele    

    Altro famoso rimedio della nonna è quello di bere una tazza di latte caldo con miele. In natura esistono diverse tipologie di miele, tutti utili in caso di raffreddore, ma il miele balsamico, grazie alle sue proprietà, può essere la scelta migliore per contrastare i sintomi del raffreddore.  

    La soluzione fisiologica

    Rimedio molto utilizzato soprattutto per i bambini, ma ottimo anche per gli adulti: le irrigazioni nasali con la soluzione fisiologica per liberare il naso e permettere una respirazione più agevole. Il liquido pulirà le mucose ed eliminerà il muco. Per rendere più semplice il lavaggio può essere comodo utilizzare una siringa senza ago.

    Alimentazione corretta

    In caso di raffreddore è importante anche curare l’alimentazione. L’organismo sarà già affaticato, dunque bisognerà avitare dolci o cibi troppo elaborati o preparati in modalità non leggera. Si consigliano i passati di verdure, brodi e minestre e carne o pesce preparati in modo molto leggero, come il classico brodo di pollo. Importante anche il consumo di spremute di arancia, ricche di vitamina C, utile per agire contro le infezioni delle vie respiratorie. Insomma, il raffreddore si cura anche a tavola, ed è importante non dimenticarlo.  

    L’aglio crudo

    Le proprietà antisettiche dell’aglio sono già molto conosciute, ma in caso di raffreddore e mal di gola sembra che l’aglio crudo sia proprio un toccasana. Il consiglio è quello di mangiarne uno spicchio o succhiarlo, oppure aggiungerlo tritato in una zuppa calda. Non tutti apprezzano il suo sapore, ma grazie all’allicina è in grado di uccidere i batteri che causano le infiammazioni. La tradizione antica consiglia anche di preparare una sorta di tisana all’aglio, addolcita dal miele e un po’ di limone. In erboristeria è possibile anche trovare le compresse all’aglio per chi non ne gradisse il sapore molto forte.

    Le spezie piccanti

    Le spezie come il peperoncino, il pepe nero e lo zenzero possono essere molto utili per espellere il muco e liberare il naso. Ideali da tritare e utilizzare per condire le pietanze.

    La lozione espettorante

    Anche una lozione balsamica ed espettorante, a base di olio essenziale di eucalipto e semplice olio di oliva, da massaggiare sul petto, può essere molto di aiuto per sciogliere il muco.

    Impacco caldo espettorante

    Se non si ha a disposizione una lozione o l’olio essenziale per prepararla, una valida alternativa può essere quella di utilizzare un impacco caldo sul petto, per dare immediato sollievo al bronchi.

    Umidificare l’aria

    Altro importante consiglio è quello di umidificare l’aria ed evitare che sia, quindi, troppo secca. E’ possibile farlo anche in modalità molto semplice, facendo bollire dell’acqua in un pentolino e aggiungendo, se si vuole, anche un po’ di aceto per liberare più facilmente in naso.

    L’olio di sesamo  

    Si tratta di un rimedio ayurvedico molto semplice ed utile in caso di congestione nasale. L’olio di sesamo può essere leggermente scaldato e massaggiato lievemente nelle cavità nasali. In questo modo il naso sarà presto libero dal muco.