I tumori ginecologici: tutti i sintomi per riconoscerli

da , il

    I tumori ginecologici: tutti i sintomi per riconoscerli

    I sintomi per riconoscere i tumori ginecologici sono diversi. Quando si parla di tumori ginecologici ci si riferisce a quelli che interessano il collo dell’utero, le ovaie, l’utero, la vagina e la vulva, quindi tutti gli organi e le parti del sistema riproduttivo femminile. Saper riconoscere i sintomi di questi tumori è fondamentale perché, ad oggi, la prevenzione e le cure tempestive sono gli unici strumenti che rendono possibile la guarigione. Proprio per questo motivo si consiglia, in primis, di effettuare dei controlli periodici dal ginecologo.

    Cause

    Come per altre forme tumorali, ancora non sono note le cause che determinano i tumori ginecologici. La genetica e quindi la predisposizione familiare può avere un ruolo importante. Per questo, qualora si abbiano dei precedenti in famiglia di tumori ginecologici, si raccomanda di fare dei controlli periodici dal ginecologo agli organi interessati. Vero è anche che non è detto che chi ha dei precedenti in famiglia di un certo tipo di tumore sia destinato a svilupparlo. La diagnosi precoce, comunque, resta l’unico strumento per garantirsi una guarigione. Per questo è necessario effettuare dei controlli, soprattutto nel caso di dolori alla zona del ventre e di irregolarità del ciclo mestruale. Qualora un tumore dovesse essere diagnosticato in fase precoce, comunque, non si deve pensare subito al peggio perché, oggi, le cure per queste neoplasie sono possibili e spesso portano alla guarigione completa. Ma, quali sono gli altri sintomi da cui riconoscere i tumori ginecologici?

    Sintomi

    I sintomi dei tumori ginecologici possono essere diversi e chiaramente molto dipende dal tipo di organo interessato. Nel caso di tumore del collo dell’utero, ad esempio, i sintomi sono: perdite lontano dal ciclo mestruale e quindi anche tra un ciclo e l’altro, flusso mestruale abbondante, sanguinamento dopo un rapporto sessuale, dolori addominali e fastidi nella zona inferiore della schiena. Nel caso di cancro dell’ovaio, invece, i sintomi sono: dolore leggero nella parte bassa dell’addome, dolore al bacino, anemia, aumento di peluria, mancanza di appetito, stanchezza e perdita di peso. I sintomi del tumore all’ovaio sono molto blandi e spesso non si manifestano neppure. Proprio per questo, si ribadisce ancora una volta, l’importanza di effettuare controlli regolari. Per quanto riguarda il cancro all’utero, poi, i sintomi sono: perdite lontano dal ciclo mestruale, flusso abbondante e sanguinamenti dopo un rapporto sessuale. Il cancro alla vagina, invece, si manifesta con: perdite lontano dal ciclo mestruale, dolore al bacino o alla schiena, dolore durante la minzione e comparsa di noduli. Infine, il cancro alla vulva che si manifesta con: gonfiore locale, prurito o fastidio eccessivo in questa zona e perdite lontano dal ciclo mestruale. Al manifestarsi di questi sintomi si consiglia di consultare subito il medico.