Ictus e infarto: stessi fattori a determinarli

da , il

    Ictus e infarto: stessi fattori a determinarli

    Quali sono i fattori di infarto ed ictus? Coincidono oppure sono differenti nell’uno e nell’altro caso? Per fare chiarezza possiamo mettere a confronto due interessanti studi che evidenziano come alcuni fattori siano responsabili di entrambi. In primis, lo studio Interstroke, presentato al congresso di cardiologia di Pechino e pubblicato sulla rivista The Lancet. Questa ricerca ha individuato dieci fattori di rischio che sono associati con il 90% del rischio di avere un ictus. Gli esperti hanno analizzato 6000 persone in 22 paesi tra il 2007 e il 2010.Dalle loro indagini è emerso che ci sono dieci fattori di rischio associati in modo determinante con l’ictus e sono: la pressione alta, il fumo, il girovita largo (o obesità addominale), la dieta, l’attività fisica, la quantità di grassi ingeriti, il diabete mellito, l’assunzione di alcool, lo stress e la depressione e le malattie del cuore.

    Tutti questi fattori di rischio sono associati in particolare con l’ictus ischemico (causato da un coagulo di sangue che blocca un vaso sanguigno nel cervello), mentre la pressione alta, il fumo, il girovita largo, la dieta e la quantità di alcool ingerita sembrano essere collegati all’ictus da emorragia cerebrale (un sanguinamento nel tessuto cerebrale).

    Gli autori dello studio sottolineano come nove di questi dieci fattori di rischio sono gli stessi individuati da un altro grande studio, Interheart, che cercava invece di individuare le cause dell’infarto. Ora lo studio Interstroke proseguirà allargando le prospettive di ricerca: in particolare, studiando 20.000 persone per determinare l’importanza dei fattori di rischio all’interno di diverse regioni e gruppi etnici.