Ictus: il caffè lo previene

da , il

    Ictus: il caffè lo previene

    Secondo uno studio recentemente effettuato e pubblicato sul Journal of American Heart Association, bere più di una tazzina di caffè al giorno riduce il rischiu di ictus, quasi del 25% rispetto a coloro che ne bevono meno. Uno studio effettuato su circa 35.000 donne con età compresa tra i 49 ed i 83 anni, infatti, ha confermato che il basso o nullo consumo di caffè comporta un aumento di rischio ictus . Le donne sottoposte alla ricerca sono state divisi in gruppi composti da donne che bevevano tra uno e due tazzina al giorno, da tre a quattro, cinque o più, ed un gruppo in cui non si beveva proprio.

    In tutti i gruppi l’azione anti-ictus si è dimostrata migliore rispetto al gruppo dove non si beveva neanche una tazzina al giorno. Le differenze tra i vari gruppi sono rimaste inviariate, anche considerando l’abitudine al fumo, il diabete, l’indice di massa corporea o il consumo di alcool.

    I ricercatori hanno raccolto dati nell’arco di 10 anni, dal 1 gennaio 1998 al 31 dicembre 2008 ed hanno riscontrato 1.680 ictus, 1310 infarti, 154 emorragie intracerebrali, 79 emorragie subaracnoidee e 137 ictuc non specificati.

    Ecco le parole di Susanna Larsoon, ricercatrice del National Institute of Environmental Medicine del Karolinska Institute, che era a capo dello studio: Alcune donne evitano il consumo di caffè perché pensano che non sia sano. In effetti, sempre più studi indicano che il consumo moderato di caffè può ridurre il rischio di alcune malattie come il diabete, il cancro al fegato e forse l’ictus.