Igiene orale: gli italiani non la conoscono

da , il

    Igiene orale: gli italiani non la conoscono

    Igiene orale? Gli italiani non la conoscono, così riporta un’indagine effettuata dall’Associazione di Difesa dei Consumatori Altroconsumo, che ha coinvolto circa duemila soggetti con un questionario specifico, i cui risultati sono a dir poco catastrofici. Gli italiani hanno poca conoscenza della corretta igiene orale, non sono preparati riguardo le regole per un’opportuna prevenzione del cavo orale, inoltre mostrano di condurre stili di vita errati e ricorrono al dentista soltanto a danno ormai avvenuto. Questo appare il deludente quadro del rapporto tra italiani e salute dei denti. In realtà il nostro sorriso è la prima carta d’identità di noi stessi: averne cura può essere semplice, se le corrette modalità diventano uno stile di vita quotidiano.

    Tre italiani su dieci non lavano i denti almeno due volte al giorno, otto su dieci non usano il filo interdentale ogni giorno.

    E il dentista? Gli italiani solitamente ricorrono al dentista solo quando hanno mal di denti, nel 32% dei casi. Il 31% degli intervistati non ha mai portato il proprio figlio dal dentista.

    Insegnare le corrette regole igieniche è importante fin da bambini, poiché la prevenzione insieme alla conoscenza delle opportune abitudini può diventare un modo agevole per prendersi cura della propria bocca per tutta la vita.

    ll 12% dei soggetti intervistati da Altroconsumo definisce scadente la propria salute orale, mentre il 32% non mostra di essere soddisfatto dell’aspetto dei denti.

    Dentifrici sbiancanti, spazzolini elettrici o trattamenti al fluoro non sono risolutori ai fini della salute della bocca: fondamentali sono buone norme come l’abitudine a lavarsi i denti almeno tre volte al giorno, o in generale ad ogni pasto, così come l’uso del filo interdentale e alcuni minuti dedicati alla pulizia dentale, da effettuare dente per dente, dalla gengiva verso il dente, lingua compresa.

    Fumo e una dieta ricca di zuccheri contribuiscono ad attentare alla salute della bocca. Ricordate di scegliere uno spazzolino normale: sconsigliate le setole dure. Se il 29% degli intervistati dichiara di cambiare o spazzolino a quattro mesi dall’acquisto, ricordatevi invece di fare attenzione alle setole e acquistare uno spazzolino nuovo dopo circa due mesi dal primo utilizzo.