Il cancro non è sexy: il seno di Jenn Atler al 35esimo giorno di radioterapia

da , il

    Il cancro non è sexy: il seno di Jenn Atler al 35esimo giorno di radioterapia

    “Il cancro non è sexy”: lo ha dichiarato Jenn Atler postando la foto del suo seno al 35esimo giorno di radioterapia. La 36enne, infastidita dalla campagna web #NoBraDay, che invita le donne a mostrarsi a petto nudo per prevenire i tumori, ha postato la foto, risalente al 2013, per mostrare le conseguenze (vere) di tale malattia, ovvero cicatrici e bruciature. A dimostrazione che “il cancro non è sexy”, come lei stessa ha ribadito, schierandosi contro l’iniziativa.

    Jenn-Atler-tumore-al-seno

    Jenn Atler, 36enne di Saint Louis, Missouri, sa bene cosa significhi combattere contro il cancro. Lei che, al 35esimo giorno di radioterapia, aveva un seno martoriato da cicatrici e bruciature, tutt’altro che sensuali. Quella foto era rimasta in un cassetto finché la Atler, infastidita dall’ultima campagna online per la prevenzione al seno, #NoBraDay, ha deciso di postarla sul suo blog. Un’immagine cruda, accompagnata dal suo commento: “Ecco la vostra maledetta prevenzione“.

    Secondo la Atler il No Bra Day sarebbe un’iniziativa di alcuna utilità, destinata a donne che vogliono mostrarsi nude e belle, a dispetto del dolore di chi, il tumore al seno, l’ha provato sulla propria pelle. Ha poi ribadito che il tumore al seno comporta cicatrici, dolore, bruciature, cuori che si spezzano. Niente a che vedere, quindi, con le immagini patinate di seni al vento.

    La foto del suo seno non ha lasciato indifferenti gli utenti che, se da un lato l’hanno ringraziata per questa storia che ha aperto loro gli occhi, dall’altro si sono lamentati per la crudezza dell’immagine, arrivando addirittura a insultare l’autrice.