Il ciclo mestruale abbondante dimezza la qualità della vita

da , il

    Il ciclo mestruale abbondante dimezza la qualità della vita

    Il ciclo mestruale abbondante e lungo è un problema che riguarda ben 3 milioni di donne italiani, le quali si trovano, per 13 volte ogni anno, a soffrire di astenia, forti dolori e stanchezza. Il ciclo abbondante comporta delle problematiche a livello sociale e di coppia, oltre che fisico.

    In confronto a chi vive un ciclo regolare, i disagi sono sentiti in modo esponenziale tanto che, per fare un esempio, l’attività fisica, quella sessuale, i viaggi e il lavoro sono ridotti all’osso durante il periodo mestruale. La percentuale di donne con ciclo abbondante, che rinuncia alle attività elencate sopra, è, in media, quasi doppia rispetto alle altre.

    Il disagio è spesso così grande che se ne parla davvero poco anche con gli specialisti: solo una su dieci chiede il consulto di un ginecologo.

    In Italia la situazione è tra le peggiori in Europa, soprattutto per consapevolezza del funzionamento dell’organismo femminile.

    Andrea Genazzani, che presiede Congresso di endocrinologia ginecologica a Firenze, fino al 10 marzo, ha fatto il punto della situazione, definendo quella italiana piuttosto grave (tra gli ultimi posti in uno studio su 15 paesi europei), con falsi miti ad alimentare credenze sbagliate sugli ormoni.

    Secondo Genazzani, infatti, l’obiettivo del congresso è proprio quello di approfondire il tema, anche tra gli specialisti.