Il menù di Natale che fa bene alla salute: ricette natalizie e salutari

Il pranzo di Natale è solitamente un susseguirsi di portate ricche, golose e caloriche, che di certo non fanno bene alla nostra salute. Tuttavia, non è certo impossibile creare un menu di Natale che sia buono e salutare: vediamo quali ingredienti utilizzare per delle ricette di Natale light ma gustose.

da , il

    menu salutare natale

    Un menù di Natale che fa bene alla salute, fatto di ricette natalizie e buone ma anche salutari è possibile, con le giuste accortezze. Il periodo natalizio è uno dei più insidiosi per la nostra linea e anche per la nostra salute perché, in pochi giorni di abbuffate, facciamo il pieno di calorie e di alimenti grassi e pesanti. Il menu natalizio è infatti ricchissimo di pietanze gustose e succulente ma spesso sbilanciate dal punto di vista nutrizionale, che ci portano ad accumulare grasso in breve tempo; non c’è solo il pranzo di Natale ma anche la cena della Vigilia, Santo Stefano, il gran cenone per l’ultimo dell’anno, per non parlare delle cene aziendali e le serate tra amici che non mancano mai: insomma, un susseguirsi di portate golose e caloriche che ci costringono puntualmente a diete dell’ultimo minuto, drastiche e poco salutari, per perdere i chili accumulati nel periodo natalizio. In realtà, è possibile mettere in tavola ricette di Natale che siano buone, gustose ma non dannose per la salute e per la linea: vediamo quali ingredienti possiamo utilizzare per un menu di Natale salutare.

    Dessert a base di frutta

    arancia

    La prima regola è quella di utilizzare il più possibile la frutta all’interno dei vostri dolci di Natale: al posto dei classici dessert natalizi ricchi di panna, cioccolata e creme (magari al burro, pericolosissimo per la salute del nostro sistema cardiovascolare), optate per dolci natalizi a base di frutta che siano golosi ma non eccessivamente calorici e grassi. La frutta fresca migliore da utilizzare è, ovviamente, quella di stagione: arance e mandarini prima di tutto ma anche i kiwi, le mele e le pere sono ottime alternative per realizzare dessert incredibilmente buoni. Per esempio, per restare sul semplice, potete realizzare una marmellata di arance fatta in casa e usarla per farcire un pan di spagna, magari anche a più strati: l’effetto sarà scenografico ma le calorie saranno limitate. Utilizzando la frutta fresca non solo porterete sulla tavola di Natale dei dessert deliziosi ma poco calorici, ma farete il pieno di vitamine e sali minerali.

    Frutta secca sempre in tavola

    frutta_secca_natale

    La frutta secca è un grande classico della tavola di Natale: noci, nocciole e mandorle non mancano mai nel menu di Natale ma spesso ci limitiamo a servirle a fine pasto, prima del dessert, ottenendo solo un aumento inutile di calorie e di grassi che, seppur buoni, portano ad aumentare chili e adipe. La soluzione non è rinunciare alla frutta secca, ma è consigliabile consumare la frutta secca dagli antipasti al dessert, inserendola nelle ricette di Natale più svariate: potete servire un’insalata con arance, finocchi e noci, un primo piatto con pesto di nocciole o di mandorle e per finire dei deliziosi biscotti con farina integrale e noci. Sono tutte ricette di Natale gustosissime che vi permetteranno di beneficiare delle proprietà della frutta secca: si tratta infatti di alimenti ricchi di acidi grassi essenziali, che combattono il colesterolo cattivo e mantengono il cuore in salute; inoltre, la frutta secca aiuta a tenere sotto controllo la glicemia e apportano molti minerali, soprattutto magnesio. Ovviamente non bisogna esagerare perché si tratta di alimenti molto calorici.

    Salmone per gli Omega3

    salmone_natale

    Anche il salmone è un ingrediente che viene usato spesso nei menu di Natale o per la cena della Vigilia, tradizionalmente a base di pesce. Consumare salmone durante le festività natalizie è un’ottima idea perché, anche se si tratta di un pesce grasso, è ricco di proteine e di acidi grassi essenziali, in particolare di Omega 3: questi proteggono il cuore e le arterie e svolgono una funzione importante nel tenere sotto controllo i livelli di colesterolo. Se optate per il salmone affumicato, che è decisamente salato, ricordatevi di limitare l’uso del sale per evitare di consumarne troppo. Con il salmone potete realizzare tante ricette di Natale ma l’ideale è optare per il salmone crudo: potete marinarlo con succo di agrumi, aneto e pepe rosa oppure servirlo come tartare condito con limone e un filo d’olio; accompagnatelo da un colorato contorno di verdure crude e il vostro antipasto di Natale, salutare ma delizioso, è pronto.

    Verdura di colore verde

    verdura_natale

    Proprio come la frutta, anche la verdura non deve assolutamente mancare nel vostro menu di Natale: esistono tantissime ricette natalizie che potete modificare o arricchire semplicemente integrandole con la verdura che preferite, sfruttandone così tutte le proprietà benefiche. Le lasagne possono diventare vegetariane utilizzando una deliziosa crema di broccoli o di spinaci, la pasta può essere condita con un pesto di crescione, l’antipasto può essere costituito da un tris di tortini di verdure e perché non provare con un purè di cavolo romanesco invece del classico purè di patate? Come vedete, le alternative per un menu di Natale ricco di verdure non mancano, basta lasciar andare la vostra fantasia e la vostra creatività. Privilegiate le verdure di colore verde: tutte le verdure crocifere (cioè i cavoli), hanno effetti anti-cancro, proteggono il cuore e le ossa e sono ricchissime di vitamina C e vitamina K; gli spinaci e il crescione, invece, contengono moltissimo ferro e si prendono cura di ossa e cuore.

    Spezie di ogni tipo

    spezie_natale

    Tra i vari ingredienti che potete utilizzare per un menu di Natale salutare e leggero non possiamo non citare le spezie che, oltre ad avere tantissime proprietà benefiche per la nostra salute, sono particolarmente adatte a creare l’atmosfera natalizia con i loro profumi e colori. La cannella per esempio si presta ad essere aggiunta ai dolci più svariati ma anche a ricette salate (da provare l’abbinamento con la zucca per un risotto raffinato e leggero), ed è capace di tenere sotto controllo la glicemia e prevenire i picchi insulinici. L’anice stellato, altra spezia dall’aspetto e dal profumo decisamente natalizio, ha incredibili proprietà antibatteriche e antinfiammatorie, oltre ad essere ricco di vitamina C: potete utilizzarlo per delle tisane dopo pasto oppure per dare un tocco profumato ai vostri biscotti natalizi. Le spezie hanno proprietà salutari e non aggiungono calorie ai vostri piatti natalizi, quindi utilizzatele liberamente in tutte le ricette di Natale per dare colore, profumo e sapore.

    I fagioli nel menu di Natale

    fagioli natale

    Un altro ingrediente che forse non vi aspettereste di trovare nel menu di Natale, sono i fagioli, ricchissimi di proprietà salutari : abbassano il colesterolo, regolano i livelli degli zuccheri e la produzione di insulina, tutte funzioni importantissime in un periodo in cui si tende a mangiare troppo; inoltre, sono ricchi di antiossidanti, proteine buone e folati, che mantengono il cuore in salute; infine, pare abbiano proprietà antitumorali e favoriscano il benessere dell’apparato digerente. I fagioli sono quindi un alimento che potete usare nelle vostre ricette di Natale: ne esistono di tante varietà, dai cannellini ai borlotti ai fagioli rossi, e sono un ottimo abbinamento per tutti i tipi di crostacei, in particolare scambi e gamberi; potete realizzare una vellutata o una crema di fagioli e servirla con gamberoni rossi come antipasto, sarà una vera delizia.

    Consigli light per il pranzo di Natale

    tavola_natale

    Terminiamo con qualche consiglio generale su come stare attenti alla salute anche a Natale. Innanzitutto, sappiamo che l’alcool è nemico del fegato quindi durante il pranzo di Natale non dovranno mancare numerose caraffe d’acqua per limitare il consumo di vino; inoltre, se volete servire un drink, perché non sperimentare qualche bevanda analcolica a base di frutta invece dei classici aperitivi alcolici? Come regola generale, privilegiate il pesce invece della carne (meglio comunque la carne bianca come il tacchino) ed evitate i salumi, dannosi per il sistema cardiovascolare: ci sono tante buone ricette di Natale a base di verdure o legumi per un antipasto decisamente più leggero e salutare rispetto a salamini e affettati vari. Infine, cercate di liberarvi degli avanzi! Se organizzate cene e pranzi natalizi a casa vostra, l’ideale sarebbe di donare ad amici e parenti gran parte di quello che avanza dalla tavola di Natale, in modo da non avere tentazioni e depurarvi durante gli intervalli tra una cena e l’altra.