Il pilates non funziona? Lo dice uno studio pubblicato sul Times

da , il

    Il pilates non funziona? Lo dice uno studio pubblicato sul Times

    Il pilates non funziona più di un’altro allenamento, lo dicono alcuni studiosi che in un articolo pubblicato sull’inglese Times avrebbero demolito una delle pratiche fitness più in voga degli ultimi anni e seguitissima da vip e celeb che ne hanno fatto una vera e propria religione. L’efficacia del metodo viene ora messa in dubbio da un gruppo di scienziati che affermano come il pilates non dia maggiori risultati rispetto a un altro tipo di allenamento.

    Il metodo nato nel 1920 e ideato da Joseph Pilates sarebbe quindi una bufala? In realtà gli scienziati coinvolti nello studio non sostengono che il pilates faccia male ma che non abbia una maggiore efficacia rispetto ad una salutare camminata o una sessione di corsa e che non tonifichi di più di una nuotata e sopratutto che fa bruciare meno calorie rispetto a queste e altre attività aerobiche.

    Il miracoloso metodo tanto elogiato per regalare un ventre piatto e tonico, viene così messo in discussione. Lo studio australiano ha coinvolto alcuni volontari: un gruppo di persone con mal di schiena confrontato con un altro senza particolari problemi. E’ stato osservato che dandogli gli stessi esercizi pilates da compiere e controllandoli attraverso elettrodi applicati sulla testa, si riscontravano segnali trasmessi agli addominali traversi nelle persone sane che quindi li contraevano per sostenere la colonna vertebrale, mentre nelle persone con problemi alla schiena il segnale non veniva inviato impedendo di contrarre i muscoli, mantenendo così la spina dorsale debole.

    Uno dei capisaldi dell’allenamento pilates è proprio la contrazione degli addominali traversi che a detta degli studiosi se a lungo reiterata, provocherebbe l’avvicinamento dei muscoli addominali alla colonna vertebrale provocandole così una perdita di stabilità.

    Foto di familymwr