Il preservativo: tutto quello che dobbiamo sapere

da , il

    Il preservativo: tutto quello che dobbiamo sapere

    Il preservativo maschile è uno dei più conosciuti e usati metodi contraccettivi. La sua storia sembra nascere già ai tempi degli egiziani ed era fatto di lino, all’inizio veniva usato solo come contraccettivo, solo in seguito si è scoperta la sua utilità anche contro il contagio delle malattie a trasmissione sessuale.

    Il preservativo è una sottile guaina in lattice con spessore che va dai 0,020 mm ad massimo di 0,095 mm a seconda delle tipologie, in genere quasi trasparente. Negli ultimi anni si trovano in commercio anche preservativi non in lattice poiché, in soggetti sensibili, questo materiale può causare irritazioni e allergie. Esistono diverse tipologie di preservativi che si differenziano tra loro per dimensioni e spessore, o per colore ed aroma, ed alcuni hanno anche forme particolari.
Il preservativo può essere usato durante i rapporti vaginali, anali e per il sesso orale, come profilassi per le malattie sessualmente trasmesse e non solo come anticoncezionale.
Il preservativo va sempre indossato quando il pene è completamente in erezione e prima di una qualsiasi penetrazione nella vagina, poiché può esserci fuoriuscita di secrezioni e liquido seminale anche prima dell’eiaculazione vera e propria. Indossarlo non è difficile, però le prime volte può causare timore, quindi può essere utile fare qualche prova da soli con calma e serenità. Ci sono alcuni accorgimenti per infilarlo nel modo più pratico e sicuro:
 aprire la confezione e maneggiare il preservativo con cura facendo attenzione a non danneggiarlo con unghie o con oggetti taglienti come anelli, bracciali, cerniere o fibbie.
Stringere poi tra indice e pollice il serbatoio posto all’estremità per farne uscire l’aria che potrebbe togliere sensibilità o causare rotture e individuare da che parte è arrotolato l’anello, non srotolarlo prima di metterlo ciò impedirebbe di infilarlo.
Appoggiarlo al glande in modo tale che la parte ancora da srotolare sia all’esterno, tenendo fra pollice e indice il piccolo serbatoio, tirare indietro il prepuzio (se non si è circoncisi il glande è ricoperto di una pelle, detta prepuzio) ed infine srotolare la parte rimanente, fino a ricoprire tutto il pene lisciandolo con le mani per evitare la formazione di bolle d’aria. Assicurarsi che rimanga dello spazio in punta per lo sperma. Se il preservativo non si srotola, potrebbe essere stato messo al rovescio, bisogna dunque ricominciare da capo l’operazione. 
Subito dopo l’eiaculazione, estrarre il pene ancora eretto, tenendo stretto il bordo del preservativo con due dita per evitare che si sfili e lasci fuoriuscire lo sperma.
 Per essere sicuri che il preservativo sia in ottime condizioni controllare sempre la data di scadenza prima di usarlo, non conservarlo in luoghi umidi o troppo caldi (evitare pertanto di lasciarlo a lungo nel cruscotto della macchina o nel portafoglio). Il profilattico è monouso e può essere gettato solo nella pattumiera. Può essere usato in concomitanza con lubrificanti a base di acqua e glicerina poiché gli altri tipi possono danneggiarlo.
Non utilizzare il profilattico se la confezione è rotta; se lo senti fragile al tatto o se è asciutto; se il colore è irregolare, se è insolitamente appicicoso o è conservato da molto tempo.
 Non abbiate timore di chiedere al vostro partner di usare il preservativo è un vostro diritto fare sesso in modo sicuro e senza paura.