Incidenti domestici: decalogo per la prevenzione della salute dei bambini in casa

da , il

    Incidenti domestici: decalogo per la prevenzione della salute dei bambini in casa

    Gli incidenti domestici sono da sempre diffusissimi, sia per gli adulti che per i bambini la casa può essere un pericolo se non messa in condizioni ottimali di sicurezza. Seguendo alcune semplici regole si potrà tenete tutto sotto controllo rendendo più semplice la cura del bambino tra le mura di casa. E’ rpoprio per questo che L’organizzazione Mondiale della Sanità ha stilato un chiaro decalogo da leggere per la prevenzione degli incidenti in casa.

    Un decalogo utile per chi ha bambini in casa e per chi vive la quotidianità con loro, perchè non sempre possiamo tenere tutto sotto controllo e soprattutto se non siamo abituati ad avere dei piccoli in casa non sappiamo quali possono essere i reali pericoli.

    Decalogo per la prevenzione degli incidenti domestici

    1. controllate che l’altezza delle sponde della culla o del lettino sia sufficientemente elevata (almeno 75 cm) con distanza tra le sbarre inferiore a 8 cm, quando vostro figlio inizia ad alzarsi in piedi o a sedersi da solo. Il materasso deve essere aderente a tutto il perimetro del letto e nell’area giochi mettete sempre una coperta per terra. Non lasciate mai il bambino da solo su una superficie elevata (fasciatoio, tavolo da cucina, divani, letti senza sponde).

    2. Se in casa ci sono scale, predisponete cancelletti in cima e in fondo. Le finestre e le porte devono avere chiusure di sicurezza interne. Accertatevi che le ringhiere dei balconi e dei davanzali delle finestre siano sufficientemente alte. Non sistemate vasi, sedie o mobili sotto i davanzali su cui i bambini potrebbero salire.

    3. Regolate lo scaldabagno ad una temperatura inferiore a 50°C. Ricordatevi che non bisogna mai lasciare i bambini da soli accanto a vasche da bagno piene di acqua, anche se tiepida (oltre alle ustioni esiste il pericolo di annegamento). All’aperto controllate costantemente i bambini se giocano vicino a pozzi, laghetti, mare, piscine. Se il bambino è piccolo, ma già in grado di camminare, state attenti anche ai piccoli canotti riempiti con acqua per farli giocare.

    4. Le prese di corrente vanno protette con dispositivi di sicurezza. Tenete lontano i bambini dai fili elettrici e dagli elettrodomestici in genere quando sono collegati alla rete elettrica. Gli oggetti che scottano (ferri da stiro, tostapane, forno) non devono essere alla portata dei piccoli.

    5. Non lasciate mai soli i bambini in cucina: girate sempre il manico della pentola verso il muro e utilizzate i fornelli più interni. Fate attenzione ad oggetti incustoditi come fiammiferi ed accendini.

    6. Conservate in luoghi inaccessibili ai bambini, possibilmente sotto chiave, medicinali, prodotti per la pulizia della casa, detersivi, insetticidi ed altre sostanze potenzialmente tossiche. Non scambiate mai i contenitori, travasando le sostanze in bottiglie non appropriate (acqua minerale, bevande, ecc.).

    7. Attenzione agli oggetti e ai giocattoli con cui giocano i vostri figli. Gli oggetti con diametro inferiore a 4 cm sono facilmente ingeribili, specie dai bambini di età inferiore ai 4 anni (bottoni, spille, biglie, giochi smontabili, parti facilmente staccabili, monete). Molti oggetti vengono inalati entrando nei polmoni e provocano soffocamento. Acquistate giocattoli sicuri, certificati come conformi alla normativa CEE sulle etichette. Prestate attenzione agli oggetti taglienti (forbici, coltelli, lamette, vetri, porcellane), alle buste di plastica ed alle corde o lacci. I bambini, soprattutto quando dormono, non devono indossare catenelle, braccialetti, ciondoli. Non acquistate palloncini gonfiabili in lattice: a seguito della loro improvvisa rottura, pezzetti che si formano sono facilmente inalabili, se la rottura avviene in prossimità della bocca del bambino.

    8. I bambini di età inferiore ai 10 anni devono viaggiare sul sedile posteriore dell’auto, sistemati sul loro seggiolino o supporto di sicurezza. Non bisogna mai far viaggiare un bambino sul sedile anteriore o sulle ginocchia di un adulto.

    9. Illustrate ai bambini i pericoli della strada. Se possiedono un triciclo o una bicicletta accertatevi che vengano utilizzati in luoghi sicuri. Insegnate loro ad attraversare la strada e a rispettare la segnaletica stradale.

    10. Tenete sempre a portata di mano il numero di telefono del vostro Pediatra e del Centro Antiveleni di riferimento della vostra regione. Consultateli anche se avete anche solo il dubbio che il vostro bambino abbia ingerito una sostanza potenzialmente tossica. Se conducete il vostro bambino al Pronto Soccorso portate con voi la confezione del medicinale o della sostanza che ha ingerito.