Infertilità femminile: la sindrome dell’ovaio policistico

da , il

    Infertilità femminile: la sindrome dell’ovaio policistico

    Tra le prime cause di infertilità nella donna vi è l’ovaio policistico. Si tratta di una condizione clinica ancora ampiamente sconosciuta, caratterizzata da mancata ovulazione con formazione, spesso, di microcisti all’interno delle ovaie e impossibilità di concepimento. Data la scarsa conoscenza delle cause precise e la conseguente difficoltà di dare una definizione corretta e completa, risulta complicato anche stimare quante siano le donne affette da tale patologia. Al momento si ipotizza una percentuale che si aggira intorno al 10% nelle donne di età compresa tra i 18 e i 44 anni, anche se probabilmente è una cifra sottostimata.

    Come ci si accorge di essere affette da questa condizione? In realtà la maggioranza delle donne scopre questa patologia proprio perché riscontra difficoltà nell’iniziare una gravidanza. Il problema maggiore, infatti, che lascia questa condizione misconosciuta per tantissimo tempo, è che non esistono sintomi specifici e, anzi, talvolta non esistono affatto sintomi.

    Quando sono presenti si tratta per lo più di irregolarità mestruali come un ciclo più o meno frequente, generalmente doloroso, caratterizzato da perdite ematiche tra un ciclo e l’altro. Spesso, però, la sindrome dell’ovaio policistico si accompagna ad altre patologie endocrine: per tale motivo spesso è associato all’insorgenza di acne e pelle grassa o ad una peluria eccessiva, soprattutto quando si manifesta in adolescenza.

    Il fatto che ci sia un comune substrato ormonale è stato dimostrato dal fatto cge le donne più colpite da questa sindrome sono quelle obese, affette da sindrome metabolica o diabete, cioè da tutte quelle patologie metaboliche caratterizzate in sostanza dall’insulino-resistenza.

    Per fortuna, però, le cure ci sono: innanzitutto, avendo spesso un substrato metabolico, basta correggere lo stile di vita per dimagrire e ripristinare una corretta ovulazione. Esistono poi rimedi specifici come creme e altri trattamenti per risolvere i problemi associati, come l’acne o l’irsutismo. Di certo di aiuto può essere la pillola estro progestinica, assunta sempre dietro consiglio dello specialista ginecologo.