Infezione da Hiv: la prevenzione passa per una pillola

da , il

    Infezione da Hiv: la prevenzione passa per una pillola

    L’infezione da Hiv potrebbe essere prevenuta in soggetti sani tramite la somministrazione di una pillola. Il farmaco si chiama Truvada ed è già utilizzato, con risultati ritenuti soddisfacenti, nella lotta contro l’Aids. La pillola permetterebbe quindi di proteggere tutte le persone ad alto rischio di contrarre l’infezione, come i partner di soggetti sieropositivi. I dati riportati dai test hanno mostrato come il contagio può essere ridotto di una percentuale che arriva fino al 73%, con un minimo del 44%. Sono risultati importanti, che aprono nuovi scenari per il trattamento di questa infezione.

    Cos’è e come agisce

    La pillola preventiva deve essere somministrata ogni giorno per poter garantire la massima efficacia ed è indicata per soggetti sani. I farmaci che compongono il Truvada sono l’emtricitabina e il tenofovir, capaci di ostacolare il virus Hiv nel suo tentativo di riprodursi all’interno delle cellule.

    Non sono mancati, ovviamente, anche i primi dubbi, legati al fatto che la presenza di un medicinale preventivo possa portare le persone ad assumere comportamenti sessuali ad alto rischio con maggiore frequenza.

    La critica sociale

    Se si ragiona così, però, la scienza non potrà mai progredire, visto che ogni scoperta o invenzione presenta sempre un lato positivo ed uno negativo. Sta alle singole persone farne il giusto utilizzo.

    Intanto si è in possesso di un’arma molto importante contro l’infezione da Hiv; considerarla dannosa per il rischio di comportamenti sessuali a rischio sembra fuori luogo. Piuttosto, bisognerebbe avviare una campagna di sensibilizzazione davvero efficace sui pericoli che si corrono in certe situazioni, in particolar modo quando si è molto giovani.

    La critica scientifica

    Piuttosto, è stata articolata anche una critica basata su pareri scientifici, che temono lo sviluppo di varianti del virus Hiv, con la conseguente creazione di focolai di resistenza alla pillola. Anche gli elevati costi collegati al Truvada sono ritenuti da alcuni un ostacolo da tenere in considerazione.