Influenza H1N1: averla superata rende l’organismo immune ad altri ceppi influenzali

da , il

    Influenza H1N1: averla superata rende l’organismo immune ad altri ceppi influenzali

    Se lo scorso anno l’influenza suina, o H1N1, ha disseminato tra la popolazione mondiale angoscia, timore e terrore, nel 2011 sembra invece portatrice di buone notizie: due ricercatori statunitensi della Emory University e dell’Università di Chicago hanno infatti scoperto che coloro che sono stati vittima della malattia e l’hanno di conseguenza superata, hanno sviluppato una immunità così potente da sconfiggere anche altri potenti virus influenzali , tra i quali anche quelli temutissimi dell’Aviaria e della Spagnola. Questa scoperta potrebbe porre le basi per arrivare a guarire, una volta per tutte, l’influenza.

    Secondo i ricercatori sarebbe anche possibile creare un vaccino antinfluenzale universale, in grado di combattere e annientare i virus di diversi tipi, evitando di conseguenza le somministrazioni stagionali anno dopo anno. Tutto sta nel vedere adesso che posizione prenderanno le case farmaceutiche, dispensatrici di milioni di vaccini ogni anno: una unica somministrazione generale ridurrebbe di molto i loro introiti.

    Lo studio, pubblicato Journal of Experimental Medicine, ha preso in considerazione il siero di nove pazienti affetti dall’influenza H1N1 in forma violenta. In seguito al superamento dell’infezione tutti i pazienti hanno sviluppato una risposta immunitaria molto forte che ha permesso la formazione di anticorpi validi sia contro la H1N1 (e altri ceppi recenti della stessa) che contro altre tipologie di influenza, come la terribile Spagnola che decimò l’Europa ad inizio ‘900 oppure l’Aviaria, vero e proprio spauracchio euroasiatico a cavallo tra il 2005 ed il 2006.