Insufficienza renale: sintomi, cause, cura e dieta

da , il

    Insufficienza renale: sintomi, cause, cura e dieta

    Insufficienza renale: sintomi, cause, cura e dieta, quali sono? L’insufficienza renale si può definire semplicemente come il disturbo per il quale i reni non riescono più a compiere le loro funzioni essenziali, che sono quella di filtrare e depurare il sangue e regolare la quantità di acqua e sali minerali nell’organismo. Ma, quali sono i sintomi, le cause e le cure della patologia? E, quando si parla di insufficienza renale cronica?

    Sintomi

    I sintomi più comuni dell’insufficienza renale sono: astenia, stanchezza, pallore, eventuali episodi di perdita notturna di urine, leggera confusione mentale, aumento della pressione sanguigna, anoressia, nausea, vomito, prurito diffuso, aumento delle urine, gonfiore alle mani, alle caviglie e agli occhi e, nei casi più gravi, scomparsa o riduzione della quantità di urina emessa. I sintomi descritti, comunque, possono apparire in misura diversa a seconda dell’avanzamento della malattia. Per lo stesso motivo, alcuni di essi possono essere concomitanti o isolati. Nella fase iniziale, poi, la patologia può essere anche del tutto asintomatica e diagnosticata, quindi, solo attraverso specifici esami di laboratorio. Inoltre, l’insufficienza renale, può essere acuta o cronica e, di conseguenza, variano anche i sintomi associati. In particolare, l’insufficienza renale, si definisce acuta quando si sviluppa nella sua sintomatologia nel giro di poche ore o pochi giorni, mentre è cronica, quando ha una durata maggiore e dipende per lo più da un’altra patologia sottostante.

    Cause

    Anche per le cause bisogna distinguere tra insufficienza renale acuta e cronica. In particolare, se la malattia si manifesta in forma acuta, essa è dovuta per lo più a un improvviso blocco della funzionalità dei reni causato da gravi infezioni, reazioni avverse a farmaci o interventi chirurgici. L’insufficienza renale cronica, invece, è conseguenza di altre patologie, come il diabete, l’ipertensione e le glomerulonefriti (causate da malattie autoimmuni come il lupus eritematoso e le vasculiti).

    Cure e dieta

    Se non trattata opportunamente l’insufficienza renale può causare anemia, ipertensione, problemi ossei e scompenso cardiaco. Per quanto riguarda le cure, invece, se all’origine della patologia c’è il diabete o l’ipertensione, si agirà proprio su questi ultimi. In ogni caso, invece, è consigliato seguire una dieta a basso contenuto di proteine, sodio e fosforo. Se le terapie farmacologiche e non, poi, non riescono a fermare la progressione della patologia, può essere necessario, nei casi più gravi, ricorrere alla dialisi o al trapianto. Nell’insufficienza renale acuta, infine, le cure mirano ad eliminare le cause, come le possibili infezioni, ricorrendo ai farmaci appropriati, come gli antibiotici.