La dieta vegetariana aiuta chi ha problemi renali

da , il

    La dieta vegetariana aiuta chi ha problemi renali

    La dieta vegetariana contiene livelli più bassi di fosforo e questo potrebbe incidere positivamente sulla salute dei reni. Lo rende pubblico un articolo del Clinical Journal of the American Society of Nephrology, a firma di un team di ricercatori dell’Indiana University. Una ricerca che fa ben sperare: prevenire malattie ai reni attraverso un’alimentazione povera di fosforo. Secondo i ricercatori, infatti, modificando le abitudini alimentari di chi soffre di patologie renali, si potrebbe contrastare vigorosamente l’aggravarsi della condizione clinica. Ovvero l’insufficienza renale cronica e la corsa alla dialisi oppure al trapianto.

    I piatti e le ricette vegetariane contengono meno fosforo – i pazienti in cura, che solo in Italia superano i 40 mila casi, conoscono già le pericolose conseguenze di un eccesso di questa sostanza, tra cui malattie cardiache e aumento del rischio di mortalità. Allo stesso tempo eliminare carne e pesce dalla propria tavola significa assumere più cereali e quindi maggior quantità di fitati che gravano meno sul metabolismo così da non far lavorare troppo i reni.

    Anche i ricercatori statunitensi sono partiti dal dato aggettivo che riguarda la difficoltà, per chi ha patologie renali, di metabolizzare alimenti ricchi di fosforo. Dopodiché hanno monitorato, attraverso analisi delle urine e del sangue, gli effetti della dieta vegetariana e di quella non. I risultati raggiunti sono davvero incoraggianti perché lasciano sperare che, adottando il nuovo e semplice stile alimentare, si possa trattare efficacemente la malattia e il suo aggravarsi.