La nausea si cura con l’agopuntura

da , il

    La nausea si cura con l’agopuntura

    Uno studio svedese fatto dal Karolinska Institutet e dall’Università di Linköping, pubblicato sulla rivista PLoS ONE ha dimostrato che l’agopuntura è efficace nella cura della nausea. In particolare è utile sui pazienti oncologici sottoposti a radioterapia, anche se solo simulata. L’agopuntura è molto utile nella cura di varie malattie e disturbi tipo quelle della menopausa come le tipiche vampate, fino al miglioramento dei sintomi della depressione. Ma come accade a volte per alcune terapie, farmacologiche e non, ha effetti positivi anche quando non è realmente applicata ma solo simulata, producendo quello si chiama per definizione effetto placebo.

    Lo studio in questione ha dimostrato proprio questa tesi, utilizzando un campione di 277 pazienti affetti da tumore e sottoposti a radioterapia all’addome o alla zona pelvica e che presentano i sintomi della nausea a causa di questi trattamenti. I pazienti campione sono stati divisi in tre gruppi: al primo sono stati somministrati oltre ai consueti farmaci anche delle sedute di agopuntura per curare la nausea, al secondo invece sono stati somministrati i farmaci e sedute solamente simulate di agopuntura, mentre al terzo è stata somministrata esclusivamente la cura farmacologica.

    I risultati sono strabilianti e dimostrano che la forza di convinzione che porta ad un’aspettitiva positiva, vale più di cento medicine. Infatti il 65% dei pazienti che non avevano ricevuto alcun tipo di agopuntura, presentavano la nausea, contrariamente ai pazienti a cui erano state somministrate le sedute di agopuntura, indipendentemente dal fatto che fosse vera o simulata, dimostrando nel 37% dei casi una maggiore resistenza al senso di nausea.

    Questa la spiegazione degli studiosi:

    ‘Le aspettative dei pazienti sembrano essere importanti per l’innescarsi del malessere. L’81% di chi si aspettava di sentirsi male per gli effetti collaterali della radioterapia ha poi effettivamente sofferto, contro solo il 50% di coloro che pensavano che non sarebbero stati male’.