La pillola anticoncezionale compie 50 anni

da , il

    La pillola anticoncezionale compie 50 anni

    La pillola contraccettiva quest’anno ha compiuto cinquant’anni. Dal momento della sua diffusione molte cose sono cambiate. Per noi donne è stata una vera e propria rivoluzione e, a tanti anni di distanza, possiamo trarne delle conclusioni interessanti.

    L’esigenza del controllo delle nascite è stata in tutte le epoche discussa ed in tutte le epoche si sono trovati dei metodi contraccettivi più o meno leciti e più o meno sani .

    L’arrivo della pillola anticoncezionale ha facilitato la vita delle donne, degli uomini ed aiutato l’esistenza di numerose comunità, favorendo il controllo delle nascite in maniera semplice, indolore e legale.

    La ‘pillola’, come ormai si usa chiamarla, è nata nel 1951 a Città del Messico grazie ad un giovane chimico, Carl Djerassi, che riuscì a sintetizzare la molecola del noretindrone che, assunta per via orale, è ancora più efficace del progesterone naturale (la sostanza che le donne producono naturalmente in gravidanza per bloccare l’ovulazione).

    Prendere una semplice pillola per gestire il proprio futuro ha rivoluzionato il mondo intero, la separazione netta tra l’atto sessuale e la riproduzione non era mai stata possibile fino a quel momento e questo ha favorito enormemente la libertà delle donne.

    E’ grazie a questa grande scoperta che oggi le nuove generazioni di donne possono crescere con la possibilità di scegliere, coscientemente ed indipendentemente dalla volontà degli uomini, di non restare incastrate in un errore.

    L’atto sessuale diventa finalmente anche solo un piacere.

    A livello farmacologico poi, la pillola resta, insieme alla spirale, ancora uno dei metodi anticoncezionali più sicuri e più semplici da utilizzare.

    Il paese europeo in cui si fa più uso della ‘pillola’ è l’Olanda seguita dal Belgio e dalla Francia. In Italia ancora solo il 19,7 per centro delle donne tra i 15 e i 44 anni sceglie la ‘pillola’ come anticoncezionale. Dopo il nostro paese ci sono solo la Spagna, la Repubblica della Slovacchia , la Polonia e la Grecia. Il metodo più utilizzato in Italia resta ancora il vecchio coito interrotto!

    Il prossimo passo, per la ricerca in questo campo, sarà quello della pillola contraccettiva per gli uomini, per cui gli studi sono già a buon punto e presto anche il viril sesso avrà la possibilità di scegliere senza per forza utilizzare il preservativo o il corpo della donna come scudo.