Latte intero o parzialmente scremato? Le differenze e i valori nutrizionali

da , il

    Latte intero o parzialmente scremato? Le differenze e i valori nutrizionali

    Qual è la differenza tra il latte parzialmente scremato e quello intero? Quale conviene bere? Quali sono i valori nutrizionali dell’uno e dell’altro? E’ vero che il latte intero fa ingrassare mentre quello parzialmente scremato no? Le domande sono tante e le risposte non sono poi tanto complicate anche se il dubbio ci assale sempre. Cosa comprare dunque? Ecco le differenze tra il latte intero e quello parzialmente scremato.

    Innanzitutto, come dice lo stesso nome dei due tipi di latte, il latte intero contiene quasi tutta la sua crema d’origine mentre quello parzialmente scremato è appunto parzialmente privato della sua crema.

    Il latte intero contiene 3,6 gr di lipidi ogni 100 gr di latte, mentre il latte parzialmente scremato, è appunto stato alleggerito ulteriormente e quindi contiene invece 1,6 gr di grassi ogni 100 gr di latte. Il contenuto di proteine e calcio per entrambi i tipi di latte invece è uguale. Il latte intero, a differenza di quello parzialmente scremato, contiene più vitamina A (37µg per il latte intero contro 19 µg per il latte parzialmente scremato).

    Il latte intero grazie alle sue qualità nutritive è molto indicato nell’alimentazione dei bambini, degli adolescenti, delle donne tra i 24 e i 45 anni e delle persone che praticano molta attività fisica.

    Il latte parzialmente scremato, grazie al suo essere più leggero è più adatto invece per le donne sopra i 45 anni, per gli uomini, per gli anziani e per chi ha problemi di sovrappeso.