Legumi, alleati della dieta per ridurre il girovita

da , il

    Legumi, alleati della dieta per ridurre il girovita

    Mangiare legumi fa bene alla linea. È quanto afferma una ricerca condotta dall’Università di Otago in Nuova Zelanda che sottolinea come, a differenza di quanto credono in molti che li considerano calorici e difficili da digerire, i legumi siano gli alleati adatti per perdere peso. Inoltre si tratta di alimenti con basso indice glicemico, il che significa che hanno un alto potere saziante, permettendo quindi di mangiare un po’ in meno senza soffrire la fame, ma non alzano molto la glicemia, per cui sono indicati anche per i pazienti diabetici.

    La ricerca che ha confermato uno dei capisaldi della dieta mediterranea ha coinvolto 113 persone obese, divise in due gruppi, ad ognuno dei quali è stata abbinata una dieta: al primo gruppo sono state assegnate due porzioni di fagioli da 90 gr l’una al giorno e 4 di cereali integrali da 30 gr, l’altro gruppo invece aveva a disposizione sei porzioni di cereali a scelta.

    Riguardo il peso, entrambi i gruppi hanno trovato giovamento dalla dieta ma la cosa fondamentale è che il gruppo che assumeva i legumi ha mostrato una riduzione del girovita di 3 centimetri in più rispetto all’altro gruppo.

    Dunque i legumi si confermano un alimento essenziale per una corretta alimentazione: oltre a contribuire ad abbassare la pressione arteriosa e a ridurre la sindrome metabolica, ora arrivano anche conferme sul loro potere nella riduzione del grasso addominale concentrato nel girovita.

    È vero, però, che possono risultare poco digeribili, ma per alleviare questo fastidio può tornare utile seguire i consigli del Prof. Grassi, ordinario alla Facoltà di Medicina alla Seconda Università di Napoli, che ha spiegato che frullare o passare una parte dei legumi può ridurre il disagio in alternativa si può ricorrere a legumi già decorticati o scegliere le varietà con la buccia più sottile, come le lenticchie di piccole dimensioni o alcune varietà di fagioli. È interessante sottolineare che alcune ricette tradizionali prevedono l’utilizzo, accanto ai legumi, di cipolla, cumino, mirto e timo, utili a facilitarne la digestione e moderare la fermentazione intestinale.