Lo starnuto viaggia a 160 Km/h e può infettare ambienti di grandi dimensioni

da , il

    Lo starnuto viaggia a 160 Km/h e può infettare ambienti di grandi dimensioni

    Lo starnuto è un potentissimo veicolo di virus a causa della velocità che riesce a raggiungere: ben 160 Km/h. Lo studio della Virginia Tech ha portato anche alla scoperta del potere infettivo di una delle più sonore esternazioni del nostro organismo; sembra infatti che sia in grado di contaminare ambienti grandi come un autobus, la carrozza di un treno o la cabina di un aereo per diverse ore. Le emissioni dello starnuto, ‘sparate’ a velocità elevata, resterebbero sospese in aria per diverso tempo, mantenendo sempre alto il livello di contagio. Insomma utilizzare un fazzoletto quando si starnutisce è davvero utile!

    In precedenza gli studi sul raffreddore si erano basati soprattutto sulle particelle più grandi, mentre ora i ricercatori del Virginia Tech si sono concentrati su quelle più piccole, in grado di restare sospese per diverse ore senza perdere il loro potere infettivo. La ricerca è avvenuto negli ambienti per antonomasia più pericolosi per contrarre infezioni: la sala d’attesa di uno studio medico, nelle cabine degli aerei e negli asili nido. I risultati finali hanno evidenziato come oltre la metà dei campioni contenessero delle minuscole gocce infette e, più precisamente, in un metro cubo di aria erano contenute ben 16000 particelle di virus in grado di restare sospese nell’aria per diverse ore.

    Tra il colpo di tosse e lo starnuto, alla fine a vincere è il secondo, grazie alla sua potenza e velocità (160 Km/h contro 80), oltre che alla portata di gocce di salive (ben 40000 contro 3000). Ricordiamo inoltre che lo starnuto ha una potenza tale da provocare anche forti dolori al petto o alla cervicale.