Lo Yoga migliora la qualità di vita delle donne colpite dal cancro

da , il

    Lo Yoga migliora la qualità di vita delle donne colpite dal cancro

    Oggi lo yoga si è guadagnato l’attenzione della ricerca medica grazie ad una politica associativa di integrazione e di diffusione di tradizioni millenarie rivolte a migliorare la qualità della vita. Infatti, secondo un nuovo studio, lo Yoga può aiutare le persone sopravvissute al cancro.

    Così secondo l’University of Rochester Medical Center di New York, praticare yoga ha diminuito di quasi il 50% il senso di fatica, provocando anche un leggero miglioramento della qualità di vita oltre a far dormire meglio le persone che hanno combattuto e sconfitto il cancro. Anche la psiconeuroimmunologia sta cercando di dare la giusta importanza ai fattori psichici, emotivi come il primum movens che porta agli squilibri di un organo e conseguentemente di un sistema fino ad una patologia come può essere quella del cancro. Secondo Sabrina Parsi, insegnante di Hatha Yoga, il cancro, la depressione, la bulimia, l’anoressia, la tossicodipendenza e l’alcolismo si possono considerare oggi patologie psicosociali e proprio per questi motivi è in forte aumento una linea di tendenza salutista verso lo yoga al fine di ripristinare un armonico equilibrio tra corpo e mente per mezzo di pratiche che interferiscono, per esempio, su importanti plessi nervosi e ghiandole endocrine. Conseguentemente, per mezzo dello yoga, si raggiunge un rilassamento mentale e significativi benefici a livello fisico. L’aspetto psicofisiologico della scienza dello yoga può dare un ottimo contributo per migliorare la qualità della vita delle donne affette da cancro e come prevenzione. Sabrina Parsi, sottolinea i vantaggi che si possono ottenere dalle pratiche dello Yoga, come il rimodellamento del corpo fisico, oppure la funzione che ha come coadiuvante psicofisico nelle varie fasi ormonali (pubertà, fertilità, gravidanza e menopausa). Inoltre si acquisirà una capacità maggiore nella gestione delle emozioni, un aumento dell’autostima, rafforzamento delle difese immunitarie e del sistema scheletrico.