Lombardia: pane con meno sale per 200 panificatori

da , il

    Lombardia: pane con meno sale per 200 panificatori

    In Lombardia il pane avrà meno sale: 200 panificatori hanno deciso di utilizzare meno sale nella preparazione di pagnotte e panini per dare un valido contributo nella lotta contro le malattie cardiovascolari. Adottare un’alimentazione equilibrata e uno stile di vita salutare parte da piccoli accorgimenti. L’idea di questa curiosa ed appassionante sperimentazione, che desidera coinvolgere una società sempre più ampia in nome di una salute di cui avere maggiore consapevolezza, nasce nel 2010 e quest’anno ritorna in Lombardia per un’azione di sensibilizzazione. Il sale se utilizzato in grosse quantità può causare imponenti danni alla salute, a partire dal cuore, senza contare ipertensione e ritenzione idrica: purtroppo spesso utilizziamo ben oltre la quantità richiesta. La quantità di sale passerà dal 2% sul totale della farina all’1,8% fino al 31 dicembre 2011, e all’1,7% entro il 30 giugno 2012. I negozi aderenti all’iniziativa esporranno all’esterno del punto vendita la locandina illustrativa del progetto e renderanno riconoscibile al consumatore la disponibilità del pane a ridotto contenuto di sale. Oltre 200 panificatori si impegneranno così a produrre e vendere pane con meno sale: un trionfo del gusto al sapore della salute.

    ‘La riduzione dell’assunzione di sale con la dieta è un obiettivo di salute di estrema importanza’ spiega l’assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani, aggiungendo: ‘Un consumo eccessivo di sale determina un aumento della pressione, che a sua volta aumenta il rischio di insorgenza di gravi malattie, come l’infarto e l’ictus’.

    Parlando del progetto l’assessore ha annunciato: ‘Si tratta di un progetto che punta a dare il buon esempio per una migliore qualità della vita, anche con il coinvolgimento dei settori produttivi in un’ottica di sussidiarietà’.

    L’abitudine ad utilizzare meno sale aiuterà a combattere le malattie cardiovascolari e adottare stili di vita più sani: slogan dell’iniziativa è ‘Con meno sale nel pane c’è più gusto e guadagni in salute’, un monito oltre che una scattante promessa.

    Parte del progetto oltre 200 panificatori, che si impegneranno a produrre e vendere pane con ridotto contenuto di sale rispettandone il gusto e la fragranza, senza che questo incida sul costo.

    La quantità di sale passerà dunque dal 2% sul totale della farina all’1,8% fino al 31 dicembre 2011 e all’1,7% entro il 30 giugno 2012.

    L’iniziativa, promossa dal Ministero della Salute, è realizzata grazie a un protocollo d’intesa tra la Direzione Generale Sanità della Lombardia e l’Unione Regionale Panificatori, oltre a Confcommercio, Fiesa Confesercenti e Aibi/Assitol.

    Volete sapere dove acquistare il pane con meno sale? Potete trovare l’elenco dei panifici che aderiscono sul sito ufficiale dei panificatori della Lombardia.