Macchie della pelle, come combatterle?

da , il

    Macchie della pelle, come combatterle?

    Le macchie della vecchiaia sulla pelle compaiono sempre di più in età precoce, cosa fare per combatterle? Le lentigo solari, cosiddette macchie di vecchiaia, le osserviamo ormai anche nei giovani pazienti, in quanto sono favorite dall’esposizione al sole, anche quella involontaria, nei soggetti predisposti geneticamente (es. basso fototipo, carnagione chiara, occhi azzurri, capelli biondi o rossi).

    In questi soggetti è importante limitare il più possibile le esposizioni intense, gli eritemi solari e le lampade abbronzanti. Un tempo le lentigo solari apparivano soprattutto nelle categorie lavorative esposte al sole, mentre oggi rientrano a pieno titolo nelle cosiddette patologie da benessere, frequenti soprattutto negli individui predisposti che amano la tintarella, spiega il Dottor Antonio Del Sorbo, dermatologo. Per proteggere la pelle è essenziale, infatti nei primi giorni di esposizione al sole, utilizzare fotoprotettori ad alto fattore di protezione (es. 50+). Le prime esposizioni dovrebbero durare pochi minuti, nonostante la fotoprotezione, allungando i tempi progressivamente, man mano che l’area assume una graduale pigmentazione. Le lentigo solari sono presenti in tutte le aree fotoesposte, soprattutto quelle in cui la fotoesposizione involontaria si verifica anche nella stagione non balneare, come il viso, il decolléte e il dorso delle mani. La migliore cura in questi casi, resta la prevenzione. Comunque esistono attualmente diverse metodiche per trattare le macchie brune del viso e del corpo, come il fotoringiovanimento con luce pulsata intensa, la laserterapia e i sieri schiarenti, afferma il Dottor Del Sorbo. Al momento della visita specialistica, il dermatologo potrà consigliare a seconda dei casi una protezione solare ad alto fattore di protezione da utilizzare al mattino ed un prodotto schiarente da utilizzare la sera, in previsione di un eventuale trattamento estetico da rimandare però ai mesi freddi dell’autunno e dell’inverno. Alcune creme dermatologiche di nuova generazione contengono oltre ai cosiddetti filtri solari, anche sostanze vasoprotettrici, seboregolatrici o schiarenti.