Mal di mare in crociera: sintomi, rimedi e prevenzione

da , il

    Mal di mare in crociera: sintomi, rimedi e prevenzione

    Il male di mare in crociera con i suoi fastidiosi sintomi, può rovinare l’inizio della vacanza. Esistono rimedi da seguire per sentirsi subito meglio e alcuni anche adatti per la prevenzione del problema, restituendo la salute e il benessere dell’organismo. In estate infatti si viaggia di più: navi, aerei e spostamenti in macchina sono più frequenti del solito e specialmente chi sceglie il turismo via mare, può incorrere nel temuto mal di mare, conosciuto anche con il termine medico di cinetosi che più in generale riguarda il male da movimento. Capire e conoscere i sintomi tempestivamente può essere utile per attuare i rimedi e anche la giusta prevenzione

    La cinetosi e nello specifico il mal di mare, che può sorprendere durante una crociera, ha dei sintomi ben definiti e che con alcuni rimedi specifici possono essere attenuati, per esempio con l’uso di farmaci . Lo stesso vale per la prevenzione: ci sono alcune mosse che permettono di migliorare la situazione quando si affronta un viaggio in nave che sia crociera, traghetto o barca a vela. Il mal di mare dipende da un’eccessiva stimolazione delle piccolissime strutture che regolano il controllo dell’equilibrio e che si trovano nell’orecchio interno. In alcune persone più sensibili, repentini movimenti possono scatenare questo tipo di malessere. Ma vediamo di seguito quali sono i sintomi specifici, i rimedi e la prevenzione che si possono attuare per evitare il mal di mare in crociera:

    Mal di mare: i sintomi

    Il mal di mare comincia di solito con uno stato di malessere generale che viene seguito da pallore del viso, sudorazione fredda e ansia. Quando questo stato non si risolve spontaneamente è possibile che peggiori portando alla nausea e al vomito. In rari casi si può avere anche un abbassamento della pressione che porta tachicardia.

    Rimedi e prevenzione del mal di mare

    Per combattere il mal di mare ci sono in commercio alcuni farmaci, più o meno forti che possono migliorare la situazione. Gomme da masticare o compresse tipo il famoso Travelgum, possono attenuare la sensazione di malessere, ma provocano sonnolenza. In altenativa si possono provare prodotti omeopatici, oppure dispositivi come cerotti da posizionare dietro alle orecchie o il bracciale anti nausea, sempre reperibili in farmacia. Si può attuare la cura e la prevenzione del mal di mare anche senza l’uso di farmaci:

    -Non partire mai a stomaco vuoto, al contrario l’alimentazione ci viene in aiuto. E’ meglio infatti mangiaro qualcosa di leggero come un grissino, un cracker , o un pezzo di pane, preferibilmente evitando di bere.

    -Scegliere se è possibile una cabina o comunque un posto nella zona centrale della nave, dove lo spostamento della nave si sente di meno.

    -Distrarsi tenendosi occupati la mente in qualche modo aiuta molto, evitando però di leggere, anche solo la cartina: la lettura ha un effetto peggiorativo sul mal di mare e la cinetosi in genere.

    - Evitare i luoghi chiusi, è meglio stare magari sul ponte a respirare aria fresca e a godersi il panorama, anche questo può aiutare a distrarsi.

    -E’ meglio scegliere la posizione seduta e non quella sdraiata ed evitare di fissare le onde del mare o altri oggetti che si muovono

    -Evitare inoltre il fumo di sigaretta, aria viziata, affollamento e il caldo, meglio respirare aria fresca e pulita.