Mammografia: troppe donne la sottovalutano

da , il

    Mammografia: troppe donne la sottovalutano

    Una delle armi che maggiormente funzionano nella prevenzione contro il tumore del seno è di certo la mammografia, un esame non invasivo indispensabile nella diagnosi precoce del cancro alla mammella in quanto in grado di individuare per tempo masse tumorali anche nelle fasi iniziali. Troppe donne, però, ne trascurano l’importanza e sottovalutano il problema, non sottoponendosi a quest’indagine neanche dopo i quarant’anni. Perché?

    Già solo in Italia ogni anno vengono scoperti 40 mila nuovi casi di tumore della mammella, uno dei maggiori nemici della salute femminile. E sebbene le donne abbiano un’arma potente per la prevenzione di questa malattia, sottovalutano la gravità del problema.

    Non si tratta solo di un problema italiano: è infatti emerso da una recente indagine che anche oltreoceano la situazione è simile con solo la metà delle statunitensi si sottopone regolarmente ai controlli.

    In particolare, poi, nell’Italia settentrionale, la fascia di popolazione interessata che si sottopone regolarmente agli screening mammografici tocca quota 80%, mentre al Sud la situazione è più critica, con una percentuale dimezzata.

    A farla da padrone tra le motivazioni che allontanano le donne dai controlli è il disagio psicologico, seguito dalla carenza dei servizi e dalla scarsa informazione. Che ne dite, è il caso di riflettere e curarci un po’ in più?