Mani gonfie: cause e rimedi

da , il

    Mani gonfie: cause e rimedi

    La mani gonfie sono un fenomeno molto fastidioso e possono rivelare dei problemi complessi, quindi è meglio trovare subito cause e rimedi. Le nostre mani infatti rispondono con un gonfiore anormale agli stress esterni. Le mani e i piedi gonfi non sono causati solo dal caldo della bella stagione, soprattutto quando al gonfiore si accompagna a rossore, formicolio, prurito e dolore.

    Mani gonfie al mattino

    Se le mani sono gonfie fin dal risveglio, la causa può essere la sindrome del tunnel carpale o l’insufficienza venosa. Quando la circolazione venosa è difficoltosa per un’ostruzione, la parte liquida del sangue trasuda attraverso i vasi delle mani, rendendole gonfie e doloranti. In questi casi è utile consultare il medico per intraprendere una cura a base di diuretici, antinfiammatori e stimolanti della circolazione.

    Problemi di circolazione di minore entità o una posizione scomposta tenuta di notte possono causare le mani gonfie al mattino, soprattutto quando le sentiamo addormentate.

    Mani gonfie, rosse e doloranti

    Quando le mani diventano gonfie e doloranti, dopo aver preso molto freddo, può esserci un principio di geloni. La terapia varia a seconda dell’entità del congelamento: dal semplice riscaldamento della pelle agli antibiotici all’intervento chirurgico.

    Se le mani sono rosse, oltre che gonfie, la causa può essere la presenza di acido urico. Quando il metabolismo non funziona bene, le proteine della carne non vengono assorbite dall’intestino favorendo un eccesso di sali di acido urico che si deposita nei reni e nelle articolazioni delle estremità determinandone il rigonfiamento.

    Il rimedio è una cura farmacologica a base di allopurinolo con la raccomandazione di bere almeno due litri di acqua al giorno, per facilitare l’attività dei reni e l’eliminazione delle scorie.

    Mani gonfie in gravidanza

    In gravidanza il gonfiore alle mani e ai piedi può essere provocato dal peso del pancione che grava sugli arti inferiori e dall’utero ingrossato che ostacola la circolazione sanguigna e il ritorno venoso. Inoltre durante la gravidanza, il corpo produce progesterone, un ormone che ha un effetto vasodilatatore sulle pareti dei vasi sanguigni rallentando la circolazione. Come rimedio immediato si può fare una doccia fredda alle parti interessate o un massaggio con olio ippocastano e sambuco o stretching. In estate si può alleviare la sensazione di pesantezza agli arti camminando in riva al mare. Come accorgimenti alimentari si consiglia di limitare il sale e i farinacei, soprattutto quelli ricchi di lievito come pane o pizza e mangiare frutti di bosco, ricchi di flavonoidi che migliorano la funzionalità vascolare.