Mantenersi in forma: non ricorrete alla chirurgia per eliminare la pancetta

da , il

    Mantenersi in forma: non ricorrete alla chirurgia per eliminare la pancetta

    Mantenere una forma fisica adeguata è lo scopo di ogni uomo o donna che abbia un minimo di cura del proprio corpo. Addirittura gli ultimi anni, stereotipizzati dai modelli televisivi, hanno reso la prestanza fisica un vero e proprio dilemma. Il problema è che noi italiani siamo delle buone forchette e nel periodo che attraversa il freddo, se non gelido, inverno non riusciamo a fare a meno di rinunciare a peccaminose scorpacciate, principale causa, insieme alla scarsa attività fisica, della formazione di un deposito di adipe noto come pancetta. Quando poi arriva il caldo, la prova costume fa gridare allo scandalo, ma a volte è troppo tardi per cominciare a praticare una dieta adeguata. Molte persone, quindi, preferiscono il ricorso alla chirurgia estetica per eliminare l’odiata pancetta. Ovviamente, con i rischi connessi.

    L’età cruciale è quella compresa tra i 30 ed i 40 anni, periodo della vita solitamente più intenso (matrimonio, primi figli, carriera lavorativa appena lanciata) e quindi meno generoso di tempo da dedicare al proprio corpo. Il ricorso alla chirurgia plastica diventa, in alcuni casi, la via più rapida e semplice per presentarsi in spiaggia senza difetti, nonostante rappresenti una soluzione invasiva e anche pericolosa.

    Se i vecchi metodi per perdere peso vi sembrano troppo lenti e faticosi, potete sostituire l’approccio chirurgico con un intervento mirato che combina i benefici della medicina estetica ad un’alimentazione regolata. Se eseguita con l’aiuto di un esperto, e praticata in modo ortodosso, questa soluzione permette una rapida diminuzione del giro vita, senza mettere a repentaglio la salute.

    Detto in parole povere, il trattamento di medicina estetica consiste nell’utilizzo di radiofequenze ed ultrasuoni che ‘sciolgono’ lo strato adiposo superficiale tramite l’attivazione di un riscaldamento selettivo e tonificano la cute.

    Ma per ottenere risultati soddisfacenti degli sforzi bisogna farli, magari rinunciando a qualche piatto di pasta e golosità varie, almeno durante il trattamento.

    Morale della favola: la medicina estetica aiuta a dimagrire senza essere invasiva, ma resta comunque meno naturale e sana di una corsa al parco o di una nuotata in piscina.