Maratona di New York 2010: come prepararsi

da , il

    Maratona di New York 2010: come prepararsi

    Appuntamento nella Grande Mela? La maratona di New York 2010 vi attende in una delle città più scintillanti ed ammalianti al mondo e se pensate che sia una gara dedicata soltanto a professionisti e appassionati sportivi, vi sbagliate. Potreste cogliere l’occasione della maratona per visitare la città e divertirvi a superare un limite: quello con voi stessi, sperimentando uno sport all’aria aperto in un contesto davvero eccezionale, mentre Manhattan vi sorriderà dall’alto dei suoi grattacieli e Central Park aprirà il suo cuore più segreto ai vostri sogni messi in moto dall’entusiasmo della velocità. Pronte a partire?

    Correre riduce il rischio di obesità congenita, passeggiare di buon passo fa bene a cuore, circolazione e persino buonumore, muoversi produce una scossa endorfinica e rilassa: quale occasione migliore del celebre appuntamento con la maratona di Nerw York per iniziare uno sport a basso costo, divertente e praticabile ovunque?

    La Maratona di New York 2010 svilupperà un percorso attraverso cinque distretti: vi attende nella Grande Mela il prossimo 7 novembre con 42.195 metri di corsa, che vi condurranno fino al cuore di Central Park, passando per Brooklyn e Manhattan.

    Uno studio tedesco condotto su 167 partecipanti alle maratone di Berlino del 2006 e del 2007, tutti attorno ai 50 anni, ha dimostrato che un impegno così duro non provoca danni cardiaci a lungo termine.

    ‘Le preoccupazioni sulla maratona sono infondate: non fa male al cuore e possono correrla anche i cinquantenni‘ ha spiegato l’autore, Fabian Knebel dell’Università Charité di Berlino.

    Alessandro Biffi, presidente della Società Italiana di Cardiologia dello Sport, ha consigliato: ‘Chi vuol partecipare a una maratona e ha più di 35 anni dovrebbe sottoporsi a una visita da un medico dello sport, per fare un elettrocardiogramma a riposo e sotto sforzo’

    Una visita medica e un buon paio di scarpe: la maratona, così come la camminata e la corsa, sono sport semplici, molto economici, che vi consentiranno di allenarvi in qualsiasi posto vi troviate senza spendere troppo, unendo all’esercizio fisico il tuffo nel paesaggio, magari in un parco ricco di verde dove prendersi una pausa mentale.

    Come prepararsi alla Maratona di New York? La maratona va oltre una normale corsa e richiede un impegno aerobico intenso, per questo la preparazione a una corsa di 42 chilometri è importante e andrebbe fatta affidandosi a un preparatore atletico anche se si è semplici amatori.

    Potreste anche decidere di organizzarvi in gruppi di amici e se pensate a un personal trainer sappiate che oggi è possibile anche comprare un pacchetto di più lezioni, condividendo la spesa con altre persone.

    Dopo aver pensato al giusto equippaggiamento con scarpe adatte e abiti comodi, meglio se non sintetici, sappiate che i muscoli vanno allenati gradualmente all’attività prolungata e a sopportare i microtraumi che subiranno in corsa; occorre lavorare sempre a un’intensità fra il 70 e l’85% della propria frequenza cardiaca massima.

    La corsa riduce la pressione e il battito cardiaco, proteggendo il cuore da aritmie pericolose: se non siete esperti pote inziare con mezz’ora di corsa tre volte alla settimana per poi aumentare gradualmente, alternando camminate veloci a corsa.

    Se avete qualche chilo di troppo, incominciate l’avventura dedicandovi inizialmente a passeggiate veloci e nuotate in piscina, per evitare di aumentare lo stress a carico di piedi e articolazioni.

    Non dimenticate gli eserci di stretching prima e dopo l’allenamento, senza contare il giusto ritmo della respirazione, elemento fondamentale per una buona performance sportiva.

    Buona maratona! New York vi aspetta.